menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Licenze alimentari, Tosi: "Bisogna sapere l'italiano"

Licenze alimentari, Tosi: "Bisogna sapere l'italiano"

Licenze alimentari, Tosi: "Bisogna sapere l'italiano"

Il sindaco risponde alle accuse del Pd: "Bando concepito per favorire nuovi soggetti"

Le proteste del Partito Democratico al bando comunale per l'assegnazione delle nuove licenze per la somministrazione di alimenti e bevande hanno trovato pronta risposta da parte del sindaco di Verona Flavio Tosi. Il primo cittadino, in primo luogo, ha voluto difendersi dalle accuse di discriminazione lanciate dal segretario provinciale del Pd Vincenzo D'Arienzo: "L’unico accecato che confonde un provvedimento di razionale sviluppo di questa tipologia di attività commerciale per il ‘non passa lo straniero’ è D’Arienzo. D’altra parte credo che anche a lui, dipendente statale, sia stata richiesta la conoscenza della lingua italiana senza che sollevasse per questo alcuna protesta contro la xenofobia”.

Tosi ha anche spiegato che "pretendere che, nella quarta città turistica d’Italia, i titolari di pubblici esercizi conoscano almeno la lingua italiana (meglio se ne conoscono anche altre), mi pare il requisito minimo richiesto dal buon senso".


Il sindaco ha voluto chiarire anche il bando non limita la creazione di nuove attività commerciali, ma invece "è stato concepito per favorire l’inserimento di nuovi soggetti che non esercitino già in proprio questo tipo di attività, per evitare la creazione di catene commerciali e agevolare la creazione di nuove attività da parte di chi oggi è lavoratore dipendente". Per quanto riguarda il contributo per avere l'autorizzazione, da 3 a 10 mila euro, Tosi ha detto che "la cifra d’ingresso richiesta dal bando è decisamente contenuta, perché il valore del rimborso parziale delle spese sostenute dall’amministrazione comunale per gli esercizi commerciali (pulizie stradali aggiuntive, vigilanza della Polizia Municipale ecc.) è un costo standard, sottostimato e comunque inferiore al valore attuale di subentro delle licenze a Verona".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento