Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica Centro storico / Piazza Brà

Lega Nord contro Tosi, Carroccio: "L'amministrazione comunale non arriverà al 2017"

Non si placano le polemiche dopo le Regionali e il rimpasto della giunta Tosi. Per il partito guidato da Salvini la maggioranza del sindaco ha le ore contate

Alle feste di partito di quest'estate, presentate lunedì 6 luglio a Palazzo Barbieri, sono attesi Matteo Salvini e Luca Zaia, ma a tenere banco durante la presentazione non sono stati solo gli eventi del Carroccio veronese. Infatti, si è parlato molto anche dell'amministrazione comunale di Flavio Tosi e della nomina dei suoi nuovi assessori. Le polemiche tra il sindaco e il suo ex partito non sembrano placarsi.

"Difficile che questa amministrazione comunale arrivi alla scadenza del 2017". Questo è quanto riporta L'Arena e questo è quanto pensano molti degli esponenti veronesi della Lega Nord, che non approvano nemmeno la conformazione della nuova giunta Tosi, appena rinnovata in seguito a dimissioni e rimozioni. Il quotidiano L'Arena riporta il parere di Enrico Corsi, ex assessore alla viabilità e al turismo: "Su dieci assessori ce ne sono sei di esterni, quindi non eletti, e questa è un'anomalia perché sta venendo a mancare il rapporto con l'elettorato". Corsi non sembra favorevole nemmeno al fatto che Tosi abbia dichiarato che seguirà lui direttamente le questioni legate al traforo delle Torricelle e al filobus: "Su queste opere ci sono problemi quotidiani da affrontare, il sindaco avrà il tempo per farlo in modo continuativo?".

In un clima già quasi elettorale, ha parlato anche il segretario provinciale della Lega Nord, Paolo Paternoster, che su L'Arena dichiara: "Alle regionali, a Verona la Lega è arrivata prima e Tosi soltanto terzo... Vedete voi come interpretare questo risultato. In Comune abbiamo il presidente del Consiglio Luca Zanotto, inoltre cerchiamo convergenze con gli ex amministratori, come Federico Sboarina, Daniele Polato, ma anche Mimma Perbellini che insieme a Corsi, ingiustamente cacciato, hanno fatto la fortuna della prima amministrazione Tosi, quella che non aveva stravolto il programma con idee strampalate come il cimitero verticale o il registro delle unioni gay... Non rimpiangiamo di essere fuori da questa amministrazione". Alle prossime comunali, la Lega Nord veronese dovrebbe coalizzarsi con Forza Italia, Fratelli d'Italia e gruppi indipendenti. In particolare, Paternoster ha sottolineato: "I nostri compagni di viaggio saranno quelli che si sono comportati bene con noi". Secondo quanto riporta L'Arena, il riferimento è ad Alberto Bozza, Forza Italia, appena nominato assessore della Giunta Tosi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega Nord contro Tosi, Carroccio: "L'amministrazione comunale non arriverà al 2017"

VeronaSera è in caricamento