Politica Zai / Via Evangelista Torricelli

Lega Nord contro Fare!: "Sono la stampella del Partito Democratico e di Renzi"

"Il partito del sindaco di Verona sta portando avanti un accordo elettorale con il Partito Democratico". Esponenti del Carroccio furiosi dopo l'approvazione della riforma del Senato

"Tutti ormai sanno che il partito del sindaco di Verona sta portando avanti un accordo elettorale con il Partito Democratico".

Entrata a gamba tesa della Lega Nord su Fare!, descritto come una stampella della PD. Si legge in una nota del Carroccio: "Alcuni consiglieri del Partito Democratico sostengono presidenti di circoscrizione della Lista Tosi. Altro esempio eclatante è la Fondazione Arena di Verona, con il nuovo direttore operativo Francesca Tartarotti frettolosamente catapultata direttamente dalla Firenze di Matteo Renzi a Verona con l'unico scopo di mettere in liquidazione l'ex ente lirico".

"Ieri poi l'ennesima conferma di questo scandaloso accordo: le tre Senatrici venete elette con la Lega Nord ma passate con il partito del sindaco di Verona hanno vergognosamente votato assieme ai senatori del PD una riforma del Senato che cancellerà per sempre la democrazia in Italia. L'ennesima presa in giro ai danni dei cittadini italiani - commenta il segretario provinciale della Lega Nord Paolo Paternoster - perpetrata da un presidente del consiglio nemmeno scelto dai cittadini e sostenuto da senatrici che, sebbene elette con la Lega Nord, hanno cambiato giacchetta votando col PD una riforma che rappresenta il peggio del peggio".

Senza l'appoggio delle Senatrici che fanno capo al sindaco di Verona, secondo la Lega, e di altri transfughi di altri partiti, questa riforma non sarebbe mai passata e il presidente del Consiglio avrebbe dovuto preparare le valigie per tornare a casa.

"Assordante e imbarazzante - conclude Paternoster - è anche il silenzio della corrente di destra del partito del sindaco di Verona, la quale, in nome del potere, sta deglutendo senza alcuna difficoltà ogni giravolta politica del loro capo".

"I voti di Verdini e delle 3 Senatrici di Fare! - commenta il Senatore Paolo Tosato - sono stati determinanti per salvare il Governo Renzi su una pessima Riforma Costituzionale. Scelta incomprensibile per chi, in prima lettura al Senato, aveva aspramente criticato il provvedimento e aveva votato contro. Si tratta di una scelta politica che pone la Lista Tosi all'interno dello schieramento del PD di Renzi. A sostegno del Governo degli Svuota Carcere, dell'invasione dei clandestini, dei risparmiatori truffati, dei tagli ai Comuni e della vergognosa Legge Fornero".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega Nord contro Fare!: "Sono la stampella del Partito Democratico e di Renzi"

VeronaSera è in caricamento