menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'Udc nella bufera Valdegamberi: "Fuori dalla giunta"

L'Udc nella bufera Valdegamberi: "Fuori dalla giunta"

L'Udc nella bufera Valdegamberi: "Fuori dalla giunta"

Previsto per domani il vertice per stabilire la direttiva. Beschin: "Decider il partito"

Il caso Rossi infiamma gli animi del mondo politico scaligero, con pensieri divergenti all’interno della stessa Udc.

La bufera scatenata dalle recenti dichiarazioni poco prudenti dell’ormai ex assessore potrebbero placarsi nel finesettimana, al vertice previsto dal partito di Casini per decidere il da farsi. Ovvero se continuare a supportare la Giunta Tosi oppure passare all’opposizione. E il consigliere regionale Stefano Valdegamberi sembra abbracciare la seconda tesi: “Noi non siamo lo smistatoio di nessuno”. E rincara la dose: “Noi diciamo le cose come stanno e abbiamo supportato il sindaco quando prendeva decisioni giuste, ma non siamo nel coro degli adulatori. Da parte di questa amministrazione c’è incapacità di fare cose concrete, non si può condannare Rossi solo perchè ha espresso un parere”.

“Valdegamberi parla come se fosse tutto deciso, ma bisogna aspettare il vertice di Padova di domani, e probabilmente saranno i più quelli che vogliono rimanere alla maggioranza, non possiamo ignorare la volontà popolare espressa dal voto -precisa il consigliere comunale Giampaolo Beschin-. Mi spiace che Stefano la pensi diversamente, perchè è una persona che stimo tantissimo. Bisogna tener presente che anche una boutade può creare problemi con gli alleati".

La questione all’interno del partito è ancora aperta. L’unico fatto che sembra certo è che ormai Rossi è fuori dai giochi.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento