Martedì, 23 Luglio 2024
Politica

L'accusa del Pd: "La Regione ha sprecato oltre 40milioni"

Il consigliere regionale Bonfante: "Quei soldi potevano essere utilizzati per fare molto altro"

La Regione ha sprecato più di 40 milioni di euro. Questa è la denuncia del consigliere regionale del Pd Franco Bonfante, che attacca senza mezzi termini le politiche economiche delle amministrazioni Galan e Zaia. In realtà gli sprechi sono due, il primo è relativo ad un errato investimento che ha portato la Regione a perdere, negli ultimi 3 anni, 22milioni e 700mila euro. Il secondo è realtivo alla realizzazione della Metropolitana di superficie, che ha portato ad una perdita di 20milioni.

Riguardo al primo caso Bonfante ha detto che le amministrazioni di Galan e Zaia hanno assicurato i tassi di interesse sui debiti a lungo termine in mondo errato. “Si è voluto fare un accordo con le banche nel quale se gli interessi superano un certo limite si guadagna, ma se vanno sotto quel limite ci si rimette. E ovviamente noi ci rimettiamo”, ha spiegato il consigliere regionale del Pd. Con questo accordo “abbiamo rimesso 5 milioni nel 2009, 9milioni e mezzo nel 2010 e 8milioni e 200mila euro, come previsione, nel 2011”, ha chiarito Bonfante, che rincara la dose aggiungendo che l’amministrazione Zaia persevera nell’errore.

Questo poiché l’operazione è stata prolungata fino al 2036, fatto che potrebbe portare le perdite a “cento milioni nel giro di qualche anno”. Ovviamente il Pd ha chiesto spiegazioni all’amministrazione regionale, ma “le risposte che ci sono state date, sia sul piano tecnico che su quello giuridico e politico, sono assolutamente insufficienti e insoddisfacenti”.

Il secondo caso denunciato da Bonfante riguarda un lodo arbitrale perso dalla Regione nei confronti di una società, che si chiama Net Engineering ed ha la sede a Monselice, che aveva il compito di progettare la Metropolitana di superficie veneta. Negli anni 90 l’azienda padovana doveva provvedere alla progettazione ed alla direzione dei lavori dell’opera. “Era stato trovato un accordo transattivo nel 2007 – ha spiegato Bonfante -, dopo il quale si doveva dare a questa società 5milioni di euro, l’accordo non viene adempiuto da parte della Regione e i 5 milioni (a seguito di un lodo arbitrale avvenuto nel 2009, ndr) divengono 11”.

Il consigliere regionale, però, continua nel suo racconto spiegando che Venezia ha perso un secondo lodo “anche nel 2011 ed i 5 milioni diventano 20. Questo perché non si è voluto pagare ciò che si doveva già nel 2007”. Proprio su questa questione il Pd presenterà una formale denuncia alla Corte dei Conti per capire le reali responsabilità di questa situazione.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'accusa del Pd: "La Regione ha sprecato oltre 40milioni"
VeronaSera è in caricamento