rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Politica Stadio / Piazzale Olimpia

«Isola pedonale al quartiere Stadio quando il Bentegodi ospita partite o eventi»

È la proposta del movimento civico Traguardi per risolvere i problemi di traffico. L'assessore Zanotto risponde: «L'idea è già contenuta nel Pums»

«Il quartiere Stadio nelle giornate in cui il Bentegodi ospita eventi sportivi o altri appuntamenti di intrattenimento deve essere chiuso al traffico e pedonalizzato». Lo chiede il movimento civico Traguardi con una raccolta firme subito sottoscritta da almeno 500 residenti. «Traguardi è bravissimo a copiare le soluzioni che abbiamo già fatto. L'idea è già contenuta nel Pums (Piano urbano di mobilità sostenibile)», ha replicato l'assessore alla viabilità di Verona Luca Zanotto.

Sono ben noti ai veronesi i problemi che si generano quando al Bentegodi gioca l'Hellas o quando lo stadio ospita eventi importanti: sosta selvaggia, accessi carrai bloccati e viabilità ostruita. Il traffico di un intero quartiere viene paralizzato ed i residenti rischiano di diventare ostaggi in casa propria.
Per ottenere una soluzione definitiva, Traguardi ha promosso una petizione per chiedere la temporanea pedonalizzazione del quartiere Stadio, durante gli appuntamenti di maggior richiamo del Bentegodi. E visto l'interesse che ha suscitato, è possibile che la raccolta firme possa poi trasformarsi in una mozione da protocollare in Municipio.
Giacomo Cona, segretario di Traguardi, ha illustrato la proposta. Si chiede che dalle due ore precedenti l'inizio dell'evento e fino all'ora successiva alla sua conclusione, l'accesso a Piazzale Olimpia e alle vie limitrofe venga consentito soltanto alle auto di residenti ed esercenti, ai mezzi pubblici e alle biciclette, e che venga mantenuto l'accesso per le auto dalla Tangenziale Nord al solo fine di raggiungere i parcheggi A e B di Via Fra' Giocondo, il parcheggio di Via Sogare ed altri eventuali parcheggi appositamente individuati. E si chiede anche di potenziare il trasporto pubblico a servizio della zona, predisponendo se necessario mezzi speciali per gli eventi, per garantirne un maggiore utilizzo anche da parte di chi si reca al Bentegodi da altre zone della città. «Si tratta di iniziative attuabili senza grosse difficoltà, se ci fosse la volontà politica di farlo», ha sottolineato Cona. Ed il consigliere comunale di Traguardi Tommaso Ferrari ha aggiunto: «Siamo convinti che l'attuazione di questo nuovo piano di viabilità, oltre che tutelare i residenti, migliorerebbe complessivamente tutto il traffico cittadino, rendendo più comodo e semplice spostarsi con i mezzi pubblici o con alternative alle auto, liberando le strade da migliaia di veicoli spesso usati per percorrere pochissimi chilometri».

Ma per l'assessore Zanotto, la proposta di Traguardi non è una novità e non è neanche ben strutturata. «Invece di iniziative spot - ha dichiarato il vicesindaco di Verona - noi realizziamo progetti omogenei per la viabilità allo stadio. Il Piano della mobilità sostenibile prevede infatti la chiusura al traffico quando ci sono le manifestazioni, e lo fa in maniera più complessa e inserendolo in un contesto generale per evitare di scaricare i problemi sulle altre zone. Non appena il Pums torna dall'approvazione regionale sarà approvato in consiglio comunale e sarà quindi operativo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Isola pedonale al quartiere Stadio quando il Bentegodi ospita partite o eventi»

VeronaSera è in caricamento