menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tav, rischio infiltrazioni mafiose? Interrogazione del deputato Tancredi Turco

La valutazione di impatto ambientale del tratto Verona-Bivio di Montebello è stato affidato alla Lande Spa, ditta su cui pende un'interdittiva antimafia del prefetto di Napoli

Il deputato veronese Tancredi Turco di Alternativa Libera ha recentemente depositato un'interrogazione, insieme ad altri suoi colleghi, per avere dei chiarimenti sul tratto Verona-Bivio di Montebello della Tav. Sull'opera è in corso la valutazione di impatto ambientale, affidata alla ditta Lande Spa.

Nel testo dell'interrogazione inviata a quattro ministeri (Interno, Infrastrutture, Cultura e Ambiente), si legge che: "La Lande Spa ha visto il proprio amministratore (poi allontanato) indagato per corruzione e turbativa d'asta dal luglio 2015, in un'inchiesta denominata Medea diretta dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli che ha portato all'arresto di 13 persone tra politici ed imprenditori, all'iscrizione sul registro degli indagati complessivamente di 18 persone oltre al sequestro di documentazione ed atti in vari comuni del Casertano. E nei primi giorni di giugno 2016 è arrivata la notizia che il prefetto di Napoli ha emesso l'interdittiva antimafia nei confronti di questa società".

Al termine dell'interrogazione, Turco e gli altri deputati chiedono se il Governo era a conoscenza dei fatti che riguardano la Lande e se si ritiene opportuno l'invio degli ispettori ministeriali per la valutazione di impatto ambientale dell'Alta Velocità veronese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Non siete soli: lettera canzone dedicata agli studenti

  • social

    La Storia di Verona: da oggi in libreria e in edicola

  • Benessere

    Melograno: antiossidante e brucia grassi, ma non solo

  • social

    4 Maggio Star Wars Day

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento