Domenica, 13 Giugno 2021
Politica Borgo Trento / Lungadige Attiraglio

Taglio alberi in lungadige Attiraglio, PD chiede spiegazioni in Regione

I consiglieri regionale Bigon e Zanoni hanno presentato un'interrogazione. «Il taglio di rami e alberi è vietato nel periodo della nidificazione degli uccelli e la giunta regionale ha il dovere di verificare»

Lungadige Attiraglio dopo l'abbattimento di alberi

Non è bastata la spiegazione diffusa dalla commissione idraulica dell'Ordine degli ingegneri di Verona, i consiglieri regionali del Partito Democratico Anna Maria Bigon e Andrea Zanoni vogliono spiegazioni dalla Regione Veneto sul taglio degli alberi avvenuto nelle settimane scorse in lungadige Attiraglio, a Verona. Sul fatto, anche l'amministrazione comunale scaligera aveva chiesto maggiori informazioni al Genio Civile, ma ora la questione arriva anche a Venezia con un'interrogazione.

«Il taglio di rami e alberi è assolutamente vietato nel periodo della nidificazione degli uccelli perché comporta la distruzione di uova e nidi, la giunta regionale ha il dovere di verificare - scrivono Bigon e Zanoni - Giusto fare la manutenzione, ma con metodo e rispettando regole e tempi. Già dal 2007 c’è una delibera del Comune di Verona che fissa paletti ben precisi per i tagli. Gli interventi vengono effettuati dal Genio Civile alle dipendenze della Regione, che è la responsabile dei corsi d’acqua ed ha quindi il dovere di controllare il rispetto delle regole».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taglio alberi in lungadige Attiraglio, PD chiede spiegazioni in Regione

VeronaSera è in caricamento