rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Politica Valverde / Via Luigia Poloni

Bigon: «C'è abbastanza personale per far fronte ai focolai di influenza aviaria»

La consigliera regionale del Partito Democratico, insieme alla collega Francesca Zottis, ha rivolto la domanda alla Regione: «Sindacato dei veterinari lamenta carenze nella pianta organica destinate ad aggravarsi a causa dei pensionamenti»

«Nel giro di tre settimane i focolai di aviaria in provincia di Verona sono ben dieci, un aumento esponenziale che fa preoccupare; vanno rafforzate le misure preventive, aumentando in controlli». A dirlo sono state le consigliere regionali del Partito Democratico Anna Maria Bigon e Francesca Zottis, a proposito del moltiplicarsi dei casi di contagio da influenza aviaria negli allevamenti della provincia di Verona. Sono, infatti, dieci le strutture finora colpite tra Ronco all'Adige, San Bonifacio, Nogara ed Angiari e circa 200mila gli esemplari di polli e tacchini da abbattere.

«Al momento la situazione viene definita sotto controllo, ma i numeri in crescita e l’aggressività del virus richiedono un’attenzione particolare - hanno aggiunto Bigon e Zottis - Nei giorni scorsi avevamo posto una domanda alla Regione, rimasta senza risposta. Quindi la poniamo di nuovo: i servizi veterinari sono in grado di fronteggiare tutte le attività collegate ai focolai di aviaria con il personale attualmente a disposizione? Anche perché da tempo il sindacato dei veterinari lamenta carenze nella pianta organica, destinate ad aggravarsi nei prossimi mesi a causa dell'elevato numero di pensionamenti».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bigon: «C'è abbastanza personale per far fronte ai focolai di influenza aviaria»

VeronaSera è in caricamento