A Verona un incontro No Tav: «L'opera non sarà pronta per le olimpiadi invernali del 2026»

All'incontro del 21 febbraio dal titolo "Tav, fatti e misfatti" sarà presente il Prof. Marco Ponti, docente al politecnico di Milano e già capogruppo per l'analisi costi-benefici del Mit

Tav - immagine d'archivio

Si terrà questa sera, venerdì 21 febbraio alle ore 20.30, presso la "Sala Tommasoli" a Verona un incontro promosso dal gruppo "No Tav Verona" al quale è stato annunciato partecipare il Prof. Marco Ponti, docente al politecnico di Milano e già capogruppo per l'analisi costi-benefici del Mit. Nel corso di una conferenza stampa di presentazione dell'appuntamento di oggi, sono state fornite alcune anticipazioni relativamente ai temi che verranno affrontati.

All'interno di una nota siglata da Daniele Nottegar, tra i promotori dell'incontro, si può leggere:

«Tommaso Taranta, direttore del consorzio Cepav 2, una decina di giorni fa  ad un incontro a Calcinato ha dichiarato che per completare la tratta Brescia-Verona ci vorranno ancora 7 anni. Quindi, - spiega Daniele Nottegar - a meno che l'aritmetica non sia cambiata, non potrà servire per le olimpiadi invernali del 2026, come invece sbandierato dal presidente della regione Luca Zaia». 

Tra i nodi problematici evidenziati sempre nella nota stampa firmata da Daniele Nottegar, anche il tema dei posti di lavoro che la realizzazione dell'opera, secondo alcuni, dovrebbe contribuire a creare:

«Possiamo dire che intanto li ha creati in Cina, - afferma polemicamente Daniele Nottegar - visto che la talpa, di cui non si conosce il costo, che dovrebbe scavare la galleria di Lonato è stata costruita in Asia».

Infine, altre critiche al progetto sono state mosse sotto il profilo degli ormai famosi "costi e benefici":

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Perché non viene detto che il Tav si fermerà a Padova, - chiede retoricamente Daniele Nottegar - visto che da Venezia a Trieste verrà fatto il potenziamento della linea esistente passando dalla spesa prevista per il Tav di 7,5 miliardi di euro agli 1,8 miliardi con un tempo di percorrenza superiore di soli 10 minuti?». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Citrobacter, destino segnato per una bimba infettata a Borgo Trento

Torna su
VeronaSera è in caricamento