Giovani Democratici veronesi: "Necessarie le primarie per i Parlamentari"

"Oggi - sostengono i giovani del Pd -, per parlare ad una società che cambia, che ha molta voglia di politica, ma pochissima fiducia nei Partiti, un gesto di questo tipo non solo era indispensabile, ma doveroso"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeronaSera

La scelta della Direzione nazionale del PD di svolgere le elezioni primarie per la scelta del candidato premier in vista della consultazione nazionale del 2013 incontra il plauso e il pieno appoggio dei Giovani Democratici di Verona.

Oggi, per parlare ad una società che cambia, che ha molta voglia di politica, ma pochissima fiducia nei Partiti, un gesto di questo tipo non solo era indispensabile, ma doveroso. Visto che, con molta probabilità, la legge elettorale rimarrà il porcellum, non sarebbe stato pensabile riproporre una serie di candidati “nominati” dall’alto, con il rischio, peraltro, di rivivere avventure negative come quella della candidatura di Calearo nel 2008.

“Il nostro Partito deve capire – e fortunatamente lo sta capendo – che il dialogo con la società civile, l’apertura alle istanze dei giovani e alla voglia di cambiamento, sono elementi indispensabili per poter pensare di costruire l’Italia nuova e diversa che vogliamo – dichiara Matteo Avogaro, Segretario provinciale dei Giovani Democratici di Verona – In un momento di profonda crisi della politica, la scelta delle primarie è essenziale, una ventata d’aria fresca. Ma farle solo per il candidato premier non basta. Noi GD di Verona lo diciamo a chiare lettere: vanno fatte le primarie anche, e soprattutto, per scegliere i parlamentari da candidare nelle liste del PD, e vanno fatte in tutta Italia. Organizziamole, e vediamo di farlo con determinazione e orgoglio. Perché il messaggio deve essere netto e chiaro: il nostro Partito crede nelle primarie, nel coinvolgimento della società civile, nel confronto di idee. Altri, che riempiono pagine e blog dicendo di voler rivoltare il Paese come un calzino, non hanno il coraggio di misurarsi con la grande partecipazione dei cittadini”.

“Il Partito Democratico e i Giovani Democratici sono determinati ad assumersi il compito di riavvicinare i cittadini alla politica – afferma Serena Capodicasa, esponente della Direzione nazionale dei Giovani Democratici – e questo può essere fatto solo ricorrendo a metodi partecipativi ampi e credibili come le primarie. Si tratta dell’unico modo in cui possiamo sopperire alle gravi carenze di democrazia dell’attuale legge elettorale, che concentra nelle mani di pochi la scelta di chi dovrebbe rappresentare un vasto numero di elettori in Parlamento. Per combattere l’ondata di disaffezione e di scetticismo nei confronti della politica, le primarie per i parlamentari, e non solo per la premiership, sono fondamentali. Il PD è, su questo punto, molto più avanti di altre forze politiche. E, con l’apporto dei Giovani Democratici, a Verona come a livello nazionale, siamo convinti che il nostro Partito riuscirà a fare un ottimo lavoro”.

Per rimarcare la necessità di svolgere le primarie anche per la scelta dei candidati al Parlamento nelle liste del PD, come Giovani Democratici di Verona e del Veneto presenteremo una mozione alla Direzione regionale del PD. Ma non ci fermeremo qui: per questo, già da alcuni giorni, abbiamo avviato una grande raccolta di firme a sostegno delle primarie per i parlamentari. Perché crediamo nell’importanza di coinvolgere i cittadini, il nostro elettorato, la nostra gente, in una percorso che influenzerà la politica del Paese nei prossimi 5 anni. Perché deve essere chiaro che la scelta dei nostri rappresentanti deve provenire dai nostri elettori, dai nostri militanti, dalla gente comune. Che sono tanti, e che chiedono di essere aiutati a costruire un Paese migliore. Compito a cui, certamente, non possiamo pensare di sottrarci.

Siamo sicuri che verremo ascoltati. E siamo sicuri che le primarie, per la premiership e per i parlamentari candidati nelle liste del PD, saranno un successo. Dobbiamo avere il coraggio di crederci, perché il futuro non aspetta, anzi è già iniziato.

Torna su
VeronaSera è in caricamento