rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Politica

Giacino si sfoga: "Mi chiamano traditore ma ho preso più voti di loro"

Successo senza precedenti per Vito Giacino, che con le sue 4128 preferenze è vicino alla riconferma a vicesindaco. E a gli ex colleghi di partito dice: "Ve l'avevo detto"

Successo senza precedenti per Vito Giacino, che con le sue 4128 preferenze viene confermato al consiglio comunale. I consigliere con più preferenze della Lista Tosi è quindi il miglior candidato alla poltrona di vicesindaco. A gli ex colleghi di partito dice: "Ve l'avevo detto".

Giacino si è sfogato con i giornalisti replicando alle accuse di "tradimento" che gli erano state rivolte dal Pdl.
L'esponente della Lista Tosi ha invitato i suoi detrattori a riflettere sul risultato delle elezioni, affermando che il buon lavoro alla fine ha pagato. "Mia era la delega all'Urbanistica e non si tratta esattamente di un assessorato che ti fa guadagnare tanti voti. Si vede che la gente ha capito chi sono e ha deciso di rinnovarmi la fiducia" ha spiegato Giacino.


Ancora una volta, dunque, si parla di persone e non di partiti. Riguardo alla sconfitta del Pdl, Giacino afferma che "è accaduto quello che per cinque anni spiegavamo ai dirigenti scelti da Roma e che non è stato compreso, anzi ha determinato attacchi e sospensioni. E va notato che anche i voti che il Pdl ha preso, sono tutti voti di preferenza: anche in quel caso hanno contato le persone".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giacino si sfoga: "Mi chiamano traditore ma ho preso più voti di loro"

VeronaSera è in caricamento