Politica Centro storico / Via Cappello

Popolo della Famiglia, firme raccolte a Verona per il reddito di maternità

Mirko De Carli, coordinatore Alta Italia del PdF: «destinare il reddito di maternità alle mamme italiane che si dedicheranno in via esclusiva alla cura dei figli, è una risposta concreta al problema della denatalità»

Il gazebo del Popolo della Famiglia

«Il Popolo della Famiglia di Verona riparte». Queste le parole pronunciate da Mirko De Carli, coordinatore Alta Italia del movimento nato nel 2016 dopo l'esperienza dei Family Day.

Dopo lo scioglimento della sezione veronese del Popolo della Famiglia, con la nascita di Famiglia è Futuro, Mirko De Carli ha incontrato i militanti locali nel corso di un gazebo allestito ieri, 16 febbraio, in via Cappello. L'iniziativa era stata organizzata per raccogliere le firme per le elezioni europee e per sostenere una proposta del Popolo della Famiglia: l'istituzione del reddito di maternità.
Illustrando il progetto di legge di iniziativa popolare, De Carli ha sottolineato che «destinare il reddito di maternità alle mamme italiane che si dedicheranno in via esclusiva alla cura dei figli, è una risposta concreta al problema della denatalità che colpisce anche Verona».

All'evento hanno preso parte Maria Verita Boddi, Carla Condurso e Massimiliano Zannini, in qualità di referenti Popolo della Famiglia del Veneto, e il nuovo gruppo locale di Verona si è impegnato ad organizzare nuovi eventi pubblici, tra cui quello del prossimo 30 marzo, al quale presenzierà anche Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Popolo della Famiglia, firme raccolte a Verona per il reddito di maternità

VeronaSera è in caricamento