Fondazione Arena verso la formazione del nuovo Consiglio di Indirizzo

Diverse le reazioni politiche. PD: "Le attività dovranno essere organizzate per tutto l'anno e non solo per l'estate". M5S: "Il soprintendente sia scelto in base al merito"

Terminato il commissariamento, il sindaco di Verona Federico Sboarina aveva annunciato che per Fondazione Arena si sarebbe voltato pagina. Ora si fa sempre più vicina la creazione dell'organo di direzione dell'ente lirico, il Consiglio di Indirizzo, di cui Sboarina è presidente in quanto primo cittadino della città. Lo stesso sindaco ha annunciato il primo componente sicuro di questo organo collegiale. Sboarina sarà presidente e come rappresentante del Comune ha scelto il presidente della Confindustria veronese Michele Bauli. La Regione potrebbe nominare Gabriele Maestrelli e anche Renzo Giacchieri è stato indicato come possibile componente del CdI post commissariamento. Saranno poi gli altri soci della fondazione ad indicare gli altri nomi da inserire nel consiglio di indirizzo, la cui prima decisione dovrà essere la nomina di un sovrintendente e quindi se confermare o meno l'incarico a Giuliano Polo.

Questo scenario, ancora tutto in divenire è stato però argomento dei primi commenti politici da parte delle forze politiche di opposizione in città.

È decisamente di spessore la nomina di parte comunale nel Consiglio di Indirizzo della Fondazione Arena e buonissime sono anche le premesse per quella di parte ministeriale, peccato soltanto che la rappresentanza di genere non venga ancora automatica a questa amministrazione - scrivono i consiglieri comunali PD Carla Padovani, Federico Benini, Stefano Vallani, Elisa La Paglia - Per dirsi aperta l’auspicata stagione del rilancio, mancano tuttavia almeno altri due elementi: l'indicazione del Soprintendente, la cui scelta sarà necessariamente da confrontarsi con le capacità e le competenze fin qui dimostrate dal sovrintendente Polo, nonché l’indicazione di riprendere a ragionare e a programmare l’attività annuale della Fondazione Arena su un arco temporale di 365 giorni e non concentrandosi soltanto sul periodo estivo. Questo lo si deve alle maestranze della Fondazione Arena, che hanno accettato il blocco autunnale delle attività con relativo taglio agli stipendi, ma anche e soprattutto alla città, che ha bisogno di un cartellone culturale vasto e di qualità per elevare la qualità del suo turismo e per sviluppare le sinergie con le altre istituzioni culturali cittadine che negli ultimi anni sono state messe da parte. È importante che ciascuno faccia la propria parte.

Il Popolo della Famiglia guarda poco al nuovo Consiglio di Indirizzo di Fondazione Arena e più alle famiglie dei dipendenti, criticando il sindaco Sboarina e avanzando una proposta per l'offerta culturale cittadina.

Dopo le promesse elettorali di incrementare la tassa di soggiorno per rilanciare la fondazione e la stagione lirica estiva e invernale, dobbiamo constatare che nulla si è visto e pare che l'amministrazione si sia rimangiata la parola - scrive il responsabile provinciale e regionale del Popolo della Famiglia Filippo Grigolini - Riteniamo che sia fondamentale rilanciare il ruolo della Fondazione Arena e salvaguardare il posto di lavoro di centinaia di persone. Ciò potrebbe avvenire mettendo in calendario la progettazione di un teatro comunale, che oggi manca, facendo così risparmiare quel mezzo milione di euro che tutti gli anni viene pagato attraverso le casse comunali per l'affitto del teatro Filarmonico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Movimento 5 Stelle, infine, con il deputato veronese Mattia Fantinati interviene definendo la sitazione di Fondazione Arena "ancora in alto mare e siamo a metà dicembre - scrive Fantinati - manca ancora il soprintendente, che auspico sia scelto in base al merito e che dovrà mostrare le competenze necessarie per non ritornare nella situazione disperata in cui siamo precipitati grazie al duo Girondini-Tosi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • A Verona 5 nuovi morti positivi al coronavirus: crescono a 514 i ricoveri, di cui 103 in intensiva 

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus a Verona: toccata quota 100 ricoveri in intensiva

  • «Focolaio di Coronavirus nel carcere di Verona: una quindicina di agenti positivi»

  • In Veneto 125 minorenni positivi al coronavirus, 18 sono veronesi

  • Un successo la spesa a Km Zero a domicilio dei produttori veronesi

Torna su
VeronaSera è in caricamento