rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Politica

Fondazione Arena: "Team di scarsa competenza"

Da Sinistra un nuovo attacco a Girondini e ai suoi collaboratori

Sinistra e Libertà, Comunisti Italiani e Rifondazione Comunista puntano ancora una volta il dito sulla Fondazione Arena: “l’orticello di casa Lega”, come l’ha definito Fiorenzo Fasoli di Rifondazione. Nel mirino questa volta non è più il solo sovrintendente Francesco Girondini, ma anche tutte le persone che formano il suo team di collaboratori.


“Mentre il direttore artistico Gianni Tangucci se ne andava in silenzio a fine anno – ha detto Dino Facchini di Sinistra e Libertà – è stato chiamato a sostituirlo un’altra figura professionale, in quota Lega, di poca esperienza sul campo. Così come la carica di responsabile delle risorse umane e finanziarie che avrebbe iniziato a tagliare costi risparmiando su gomme, matite ed evidenziatori, mentre sia il sovrintendente, il direttore e il vicedirettore artistico si sono presi un po’ di respiro e sono andati tutti insieme a Tokio, al seguito di Dradi. E di matite, coi soldi spesi per quei viaggi, se ne compravano molte”. Gli uomini di Sinistra puntano il dito anche sulla “invenzione” della sedia di vicedirettore artistico. “Una sedia che non ha periodo limitato, come quella di Girondini, ma illimitato” ha tuonato Graziano Perini, consigliere comunale di Pdci. A peggiorare le cose ci sarebbe il decreto legge Bondi che abbasserà l’età pensionabile dei ballerini da 52 a 45 anni: “L’occasione per Girondini di tagliare un po’ nel corpo ballo” ha concluso Fasoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione Arena: "Team di scarsa competenza"

VeronaSera è in caricamento