menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex Cartiere, la denuncia di Bertucco: "Tutto ancora al palo"

Il democratico: "Ancora amianto sul terreno, negata la certificazione della bonifica. Il progetto non è stato sufficientemente valutato ed è stato affrontato con superficialità"

Ex Cartiere, ancora tutto fermo. Questa è la denuncia del candidato del Partito democratico Michele Bertucco: "Dopo quattro anni, le promesse e le dichiarazioni entusiastiche di Tosi e dell’assessore Giacino sono ancora ferme sulla carta. La vicenda di questo progetto, presentato sotto il falso nome di riqualificazione, è l’emblema dell’incapacità di pianificare e programmare lo sviluppo della città da parte dell’amministrazione uscente".

"Nessuna - incalza il democratico - delle opere peraltro abbondantemente insufficienti, promesse ai veronesi per limitare l’impatto dell’intervento, ha visto la luce, e le uniche notizie che si hanno dell’avanzamento del progetto riguardano il tentativo, per il momento respinto, di ampliare ulteriormente gli spazi commerciali. Adesso, a distanza di quattro anni, si scopre che anche le operazioni di bonifica non sono andate a buon fine e che sul terreno, nonostante la documentazione presentata dalla società Verona Porta Sud S.p.A. asserisse il contrario, si trovano ancora frammenti contenenti cemento e amianto ben visibili in diverse zone".

"Questo emerge - condinua Bertucco - dal sopralluogo effettuato il 25 gennaio 2012 dal Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza Ambienti di Lavoro del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl 20, sulla base del quale il Settore Ambiente della Provincia di Verona ha negato l’accoglimento della richiesta di rilascio della certificazione di avvenuta bonifica presentata dalla società Verona Porta Sud S.p.A. Siamo quindi ancora fermi al palo e adesso i proprietari dell’area dovranno effettuare un ulteriore lavoro di bonifica per smaltire correttamente il materiale rinvenuto contenente amianto. Se serviva un’ulteriore riprova dell'approssimazione con cui l’amministrazione comunale di Verona si è mossa, adesso ce l’abbiamo. Non solo hanno proposto opere irrealizzabili, non solo non hanno preso in considerazione cosa accadrà a Verona Sud qualora il progetto vedesse la luce: ora emerge che hanno anche sottovalutato la presenza di materiale cancerogeno, pericoloso per la salute dei cittadini".


"Il progetto delle ex Cartiere è nato in fretta, non è stato sufficientemente valutato ed è stato affrontato con superficialità. Il faraonico progetto è fermo al palo, immobile, continuamente rivisto, senza una vera prospettiva di realizzazione e l’area rimane ancora off-limits per i veronesi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento