rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Elezioni Centro storico / Piazza Erbe

A sostegno del sindaco uscente Federico Sboarina nasce il coordinamento "Verona Domani è anche donna"

Nasce il coordinamento femminile delle lista civica di centrodestra Verona Domani che scende in campo per le amministrative. Patrizia Pisi è la coordinatrice. Gasparato: «Saranno al centro della nostra azione politica»

Le donne di Verona Domani si apprestano a scendere in campo in vista delle amministrative a sostegno della ricandidatura di Federico Sboarina. Si è costituito il coordinamento femminile del gruppo civico fondato e guidato da Matteo Gasparato. Una novità che va ad arricchire ulteriormente la compagine di centrodestra che alle prossime ammnistrative sarà al fianco del sindaco uscente: «Un gruppo dinamico, variegato ed organizzato, - si legge in una nota di presentazione - aperto all’ingresso di tutte le donne che vorranno fornire un contributo di idee e progetti in ambito sociale, economico, culturale e del mondo del lavoro, che è già oggi composto da amministratrici con anni di esperienza, professioniste, pensionate e giovani leve pronte a scendere in campo in prima persona».

La presentazione ufficiale è avvenuta in piazza Erbe alla presenza del sindaco Federico Sboarina, del presidente Matteo Gasparato e di Stefano Casali, presidente di Agsm-Aim. Patrizia Pisi sarà la coordinatrice comunale della sezione femminile di Verona Domani. È stato inoltre presentato il programma elettorale "Verona Domani è anche Donna". Una piattaforma di «idee, progetti e valori» che il gruppo lancerà in campagna elettorale e che «intende promuovere ed esportare nella futura governance amministrativa della città».

Verona Domani coordinamento donne - Federico Sboarina-2

Tanti i punti programmatici e gli obiettivi del programma: dall’ambito del sociale e del welfare, con la realizzazione di «un "focus" a 360 gradi sul mondo del lavoro e le difficoltà di conciliare famiglia e lavoro». L’obiettivo del movimento è quello di «sostenere ed agevolare, con iniziative concrete, con un supporto pratico anche a livello legale, le mamme-lavoratrici per far sì che lavorare non sia un privilegio, ma l’espressione concreta di un diritto». Ma anche «la realizzazione di progetti che creino e promuovano la “cultura finanziaria”, per sviluppare nuovi canali imprenditoriali al femminile».

Altro punto importante del programma "in rosa" che Verona Domani realizzerà sarà quella di «sviluppare e promuovere una maggiore cultura sui diversi aspetti della sicurezza stradale, attraverso la creazione di eventi e campagne per sensibilizzare giovani, meno giovani e famiglie sull’importanza della prudenza alla guida, sia con riferimento all’alcol sia con riferimento alle regole del codice della strada». Ma il gruppo si occuperà anche di «azioni ammnistrative concrete e di iniziative mirate al mondo dello sport femminile, alla difficile realtà delle donne in carcere e tanto altro».

La neo coordinatrice del movimento Patrizia Pisi vanta «una lunga esperienza nell’ambito del sociale», essendo presidente da diversi anni di A.M.A. (Associazione Mutuo Aiuto), un’associazione che, in coordinamento con le amministrazioni di Verona e San Giovanni Lupatoto, si occupa di dare ascolto e supportare i familiari di vittime della strada: «Vogliamo guardare Verona con la sensibilità femminile, pragmatica e concreta ed essere un valore aggiunto per la futura azione ammnistrativa. - ha commentato Patrizia Pisi - Sono orgogliosa di rappresentante e coordinare questo gruppo coeso e determinato, che avrà numerose esponenti candidate alle prossime elezioni con Verona Domani. Ringrazio il presidente Gasparato per la fiducia e la stima. Oggi offriamo alle elettrici veronesi la possibilità di confrontarsi e scegliere un programma completo e articolato, perché Verona Domani è anche donna».

«Le donne saranno al centro dell’azione politica di Verona Domani. Intendiamo promuovere e valorizzare la figura femminile in politica attraverso ogni utile iniziativa volta a garantirne una sempre maggiore partecipazione attiva. - ha commentato Gasparato - Già oggi il nostro gruppo è una delle componenti che più conta figure al femminile nelle amministrazioni di tutti i livelli e negli enti cittadini. Sono certo che le nostre candidate sapranno esportare sia in Consiglio comunale, che nelle Circoscrizioni, le loro capacità e le loro esperienze umane e professionali».

«La nascita della sezione femminile di un movimento civico così radicato nel territorio non può che essere un valore aggiunto per la città. - ha detto in conclusione il sindaco Federico Sboarina - Con quest'amministrazione, e sarà così anche in quella futura, le donne hanno avuto un ruolo di prim'ordine e sono state fondamentali per il raggiungimento di grandi risultati. Finalmente la figura femminile sta trovando il suo giusto spazio anche in politica».

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A sostegno del sindaco uscente Federico Sboarina nasce il coordinamento "Verona Domani è anche donna"

VeronaSera è in caricamento