menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Federico Sboarina alla presentazione della lista Battiti per Verona Domani

Federico Sboarina alla presentazione della lista Battiti per Verona Domani

Sboarina per l'agricoltura. "Meno tasse e istituzione di un assessorato"

Non solo l'assessorato alla cultura, il candidato sindaco intende istituire anche quello all'agricoltura. "Il comparto agroindustriale è uno di quelli di punta dell'economia veronese"

Chi avrà questi incarichi non è noto, ma intanto il candidato sindaco del centrodestra Federico Sboarina ha promesso l'istituzione di due assessorati, quello alla cultura e quello all'agricoltura. Della sua politica in ambito culturale ha più volte parlato in questa campagna elettorale, ma Sboarina non vuole tenere in secondo piano neanche il mondo agricolo. "Una larghissima percentuale del territorio veronese è agricolo. Le nostre radici sono agricole e il comparto agroindustriale è uno di quelli di punta dell'economia veronese. Questo significa che, in una visione economica d'insieme, non deve mancare l'attenzione al settore - ha dichiarato Sboarina - L'impresa agricola va tutelata e sostenuta perché attraverso la conservazione e il miglioramento del territorio si consentono produzioni di valore assoluto e la tipicità del prodotto. Per questo tipo di imprese si deve rivedere la tassazione locale sui terreni agricoli attraverso una riduzione del 15% delle aliquote. Senza contare che gli strumenti urbanistici comunali permettono una reale tutela degli spazi rurali, la difesa dell'ambiente e la valorizzazione delle sue vocazioni. Sostenere i comparti produttivi significa, però, anche che Verona possa rilanciarsi come polo di attrazione per aziende e investitori attraverso un intervento pianificato dal Comune, con la realizzazione di No Tax Area. Si tratta di zone per il trasferimento o l'insediamento di nuove aziende con produzioni innovative per le quali si prevede la possibilità di: riduzioni consistenti degli oneri di urbanizzazione; sospensione pluriennale del pagamento di altri oneri di diretta competenza comunale; agevolazioni nel caso di nuove assunzioni di personale a tempo indeterminato; copertura digitale totale".

Intanto sono terminate le presentazioni delle liste che appoggiano Federico Sboarina. Tra queste lista civica Battiti per Verona Domani, nata dalla fusione dei gruppi Verona Domani e Battiti. "La nostra lista è composta da persone che da anni si occupano delle problematiche della città in tutte le sedi amministrative - ha detto il candidato Stefano Casali - Battiti per Verona Domani rappresenta il vero centrodestra, lo dimostra il fatto che tutti i partiti dell'area, da Forza Italia a Fdi alla Lega, corrono insieme a noi per la vittoria di Sboarina. La nostra lista rappresenta inoltre un ottimo esempio di civismo, che abbina forze giovani e motivate ad esponenti con esperienza e preparazione nelle amministrazioni".

E l'ultima lista ad essersi aggiunta alla coalizione, in ordine di tempo, è Indipendenza Noi Veneto. "Abbiamo deciso di appoggiare Sboarina perché rappresenta l'unico centrodestra che dialogherà con la Regione e perché ci ha assicurato che porterà avanti le nostre istanze - ha detto Gianluigi Sette, responsabile provinciale del movimento - Lo stato italiano dovrebbe trattare tutti i cittadini allo stesso modo, ma i veneti, pur essendo quelli che in Italia evadono di meno, sono quelli che meno di tutti ricevono in spesa pro capite. Con l'autonomia avremo maggiore capacità di spesa ed inevitabilmente il percorso e l'operato amministrativo di Sboarina non potrà che averne benefici, a vantaggio ovviamente della collettività veronese".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento