Legalità, ambiente, turismo, cultura, tra le voci del programma di Bertucco

Il candidato sindaco sostenuto dalle liste civiche Verona in Comune e Sinistra in Comune ha sottoscritto i principi dell'associazione antimafia Avviso Pubblico e ha incontrato i lavoratori di Fondazione Arena

Michele Bertucco (Foto Facebook)

Legalità, ambiente, turismo, cultura. Ambiti che in una campagna elettorale come quella di Verona sono dei contenitori che i diversi candidati riempiono di idee, proposte e atti concreti.

È questo il lavoro che sta impegnando il candidato sindaco Michele Bertucco, sostenuto dalle due liste civiche Verona in Comune e Sinistra in Comune. Alla parola legalità, ad esempio, Bertucco ha legato altre parole come trasparenza, prudenza, responsabilità, sobrietà, etica e contrasto attivo alle mafie, sottoscrivendo i "7 principi per una politica credibile e responsabile" proposti dall'associazione antimafia Avviso Pubblico. "La presenza di infiltrazioni malavitose nel territorio veronese è un fatto scomodo e imbarazzante ma assolutamente reale e assodato - ha dichiarato Bertucco - È dunque necessario che la politica veronese sviluppi gli anticorpi necessari a rigettare ogni tentativo di infiltrazione delle organizzazioni criminali nella sfera pubblica e nel tessuto sociale".

Cultura e turismo sono concetti che procedono a braccetto e che nella città di Verona hanno una concretizzazione fisica nell'Arena. E Fondazione Arena dove tornare ad essere "una risorsa creatrice di cultura e volano economico", ha dichiarato Bertucco ai lavoratori dell'ente in crisi. "Si chiede onestà intellettuale, chiarezza e trasparenza a chi siederà nel prossimo Consiglio di Indirizzo - ha aggiunto il candidato sindaco - Non è più rinviabile un chiarimento e una soluzione alle tante situazioni messe in piedi, a partire dal peso al collo rappresentato dal museo Amo passando per il ruolo di Arena Extra fino alla richiesta di una maggior trasparenza sulle modalità di accesso e ripartizione dei contributi sia pubblici che privati. Ben vengano gli spettacoli extralirica e i concerti rock e pop purché non ostacolino lo svolgimento delle attività della lirica".

Alle proposte culturali, Bertucco intende però legare una politica turistica coordinata con gli altri comuni del territorio a vocazione turistica. "È inoltre auspicabile e necessaria la partecipazione di tutti i territori che stanno investendo in turismo verde, cicloturismo e in tutte le altre forme di questo settore sempre più diversificato", ha concluso Bertucco, che proprio dall'ambiente vorrebbe partire in caso di elezione, revisionando il Piano di Assetto del Territorio (Pat) e il Piano degli Interventi, due strumenti urbanistici su cui il candidato sindaco vorrebbe mettere mano per ostacolare la cementificazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • Rapina finita nel sangue: chiude il centro del paese per ricostruire l'omicidio

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento