La replica di Tosi a Zaia: "Paghiamo gli scandali della Lega"

Il primo cittadino di Verona replica al governatore: "Siamo partiti da un risultato pesantemente negativo dell'anno scorso, sul quale hanno influito gravi episodi"

"Siamo partiti da un risultato pesantemente negativo dell'anno scorso, sul quale hanno influito gravi episodi". Sono le parole di Flavio Tosi in un'intervista a Telenuovo, dove il sindaco scaligero risponde alle parole di Zaia, che dopo il pesante ridimensionamento della Lega Nord nell'ultima campagna elettorale, ha attaccato proprio il primocittadino di Verona. 

"Le polemiche interne - proesgue Tosi - credo che non servano assolutamente a nulla: se ci sono delle questioni si discutono all'interno delle sedi del movimento". "Credo che ai cittadini, che hanno ben altri e più seri problemi, non interessino le beghe interne della Lega. Ai cittadini interessa che la Lega faccia delle proposte concrete per risolvere i loro problemi". 

Il sindaco poi prosegue, menzionando i vari scandali che hanno coinvolto il Carroccio come i veri responabili della perdita di consensi: "Nella Lega è successo di tutto: dai lingotti ai diamanti, a Belsito. E per queste vicende l'anno scorso siamo usciti massacrati dalle elezioni amministrative. L'anno scorso si sono salvati pochi comuni, dopo i vari scandali che hanno colpito la Lega". "Noi siamo sereni - conclude - per il fatto di aver lavorato sempre e intensamente per il movimento, anche in questa campagna elettorale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce fuori strada con la Ferrari, ipotesi malore: muore imprenditore in Transpolesana

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Preleva 1.500 euro con un bancomat rubato, scoperto e denunciato

  • Tre persone portate in ospedale dopo un scontro frontale tra due auto

  • Verona e le sue bellezze storiche e culturali approdano in tv sulla Rai

Torna su
VeronaSera è in caricamento