Lunedì, 17 Maggio 2021
Elezioni Politiche 2013

Tosi: "L'Imu da noi è il più basso del Veneto", ma il Pd contesta

Il sindaco di Verona rifiuta di essere accusato dall'opposizione per l'attuale impostazione dell'imposta municipale unica, considerata dalla sinistra una "mazzata incredibile"

Flavio Tosi

Mentre si avvicina sempre più velocemente il giorno della chiamata alle urne, è guerra aperta tra amministrazione e opposizione scaligera. La squadra di Tosi alza nuovamente gli scudi contro le accuse della sinistra, che non risparmia certo le critiche verso il sindaco leghista. Ancora una volta l'oggetto del contendere è l'Imu, che ambo le parti vorrebbero attribuire all'avversario.

IL MENO CARO - Secca e decisa la risposta del primo cittadino, secondo cui l'imposta municipale unica, votata dal Pd, è applicata a Verona con grandissima tolleranza. "Il Pd - sostiene Tosi - ha votato l'attuale impostazione pesantissima dell'Imu, ma Verona è il Comune capoluogo del Veneto che complessivamente ha applicato la tassazione più bassa, e questo vale anche quindi rispetto a Venezia e Padova, amministrate dal centrosinistra. In questo senso va corretto quindi anche l'ultimo passaggio sui vari capoluoghi. E la tassazione progressiva va nel senso dell'equità richiamato anche dalla Commissione Europea, quando ha mosso degli appunti sull'Imu, che quasi nessun Comune ha impostato come noi, chiedendo di più a chi ha di più».

UNA MAZZATA - Diverse le opinioni di D'Arienzo e Bertucco, secondo i quali "sull'Imu il sindaco Tosi ha tassato a sangue i veronesi". Per i due rappresentatnti del centrosinistra "non stupisce che Tosi diventi uno strenuo difensore dell'Imu: nascondendosi dietro lo spauracchio del governo Monti, ha preso l'occasione per dare ai veronesi la più grande mazzata di tasse mai vista". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tosi: "L'Imu da noi è il più basso del Veneto", ma il Pd contesta

VeronaSera è in caricamento