Tosi: "Alleanza con il Pdl nociva, ma Milano val bene una messa"

Il sindaco di Verona ha commentato i primi risultati emersi nella giornata di oggi per Camera e Senato a Verona, non risparmiando le critiche per i suoi alleati di coalizione

Flavio Tosi

Il primo cittadino di Verona, Flavio Tosi, sta seguendo con estrema attenzione i risultati di queste elezioni politiche e, mentre le ultime schede vengono scrutinate anche nel capoluogo scaligero, non ha risparmiato qualche commento sui dati parziali che sono già emersi.

VERONA: RISULTATI IN TEMPO REALE

​I VERONESI ELETTI A CAMERA E SENATO

ALLEANZA NOCIVA - "Dal punto di vista delle politiche l'alleanza con Berlusconi l'abbiamo pagata". Così il sindaco commenta i primi dati che danno il Carroccio in forte calo rispetto al 2008. "E' chiaro - ha aggiunto - che se questa alleanza ci consentirà di governare in Lombardia con Maroni sarà valsa la pena, alla luce di questo risultato strategico".

RISULTATI CAMERA

VOTI PERDUTI - "Non lo nego, - aggiunge Tosi - l’abbiamo pagata cara. Il travaso principale, da noi a Grillo, è avvenuto proprio qui da noi". "Avevamo di fronte due strade", spiega Tosi. La prima, "correre da soli. Se l'avessimo fatto, per noi il risultato sarebbe stato molto più largo, perché il Movimento 5 stelle non ci avrebbe portato via così tanto. Abbiamo pagato un prezzo altissimo perché con noi c'era ancora Berlusconi. Non l'avessimo fatto, avremmo avuto qualche parlamentare in più, ma era finita li". "Non avremmo neppure avuto un progetto politico — spiega ancora, - ecco la seconda strada, da proporre. Invece se come credo le cose dovessero andare bene in Lombardia, e faccio i dovuti scongiuri, c'é la concreta possibilità di riprenderci i consensi che abbiamo perso per colpa di Berlusconi. Sapevamo bene che sarebbe andata così, l'avevamo messo in conto fin dall'inizio. Ma Milano, il progetto della macroregione che ora potrebbe realizzarsi, valgono bene una messa". "Maroni segretario anche se vince - aggiunge Tosi - e non sento il bisogno di convocare un congresso. Valuteremo gli errori commessi. Certo che di là ne hanno fatto uno clamoroso. Non candidare Renzi. Il Pd avrebbe vinto alla grande".

RISULTATI SENATO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SOLO CONTESTATORI - Poi Tosi ha commentato il successo del Movimento 5 Stelle: "Grillo è un voto contro la Casta, contro il sistema. E' la reazione del paese a questa situazione. La Lega, invece, aveva sin dall'inizio un programma che è il federalismo ed è andata al governo delle regioni anche per fare questo. Grillo se va al governo ora rischia che cessi la sua ragion d'essere. Gli dicessero "governa", lui andrebbe in difficoltà". "Avevamo messo in conto - ha aggiunto Tosi, riferendosi ai primi dati attribuiti alla Lega - che avremmo perso diverso consenso alleandoci con Berlusconi, tant'é che, vedo in Veneto, il travaso principale di voti la Lega l'avrebbe avuto nei confronti di Beppe Grillo". "Grillini - ha proseguito - che si configurano come un movimento di protesta, e porta così via voti Lega che, rialleandosi in maniera governativa con Berlusconi ha perso questo tipo di spinta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • A Verona 5 nuovi morti positivi al coronavirus: crescono a 514 i ricoveri, di cui 103 in intensiva 

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus a Verona: toccata quota 100 ricoveri in intensiva

  • Altri 81 casi positivi al coronavirus nel Veronese, sono saliti a 1.228

  • «Focolaio di Coronavirus nel carcere di Verona: una quindicina di agenti positivi»

  • In Veneto 125 minorenni positivi al coronavirus, 18 sono veronesi

Torna su
VeronaSera è in caricamento