Elezioni nel Baldo-Garda, tante sfide e quattro affermazioni al femminile

Peschiera del Garda, Caprino, Cavaion e Ferrara di Monte Baldo eletti sindaci donne. Il successo più risicato è stato quello di Bardolino dove Lauro Sabaini ha vinto per 37 voti

La zona del Baldo-Garda

Nell'area del Baldo-Garda domenica scorsa, 26 maggio, si sono giocate diverse sfide elettorali per il rinnovo delle amministrazioni comunali. Nessuno dei comuni interessati superava i 15mila abitanti e quindi in nessun caso era possibile andare al ballottaggio.

Due le elezioni amministrative più interessanti, quella di Peschiera e quella Castelnuovo. A Peschiera è stata confermata per un altro quinquennio Orietta Gaiulli e a Castelnuovo è stata premiata la proposta di Giovanni Dal Cero.
Due anche i comuni dove il candidato sindaco erano unico. A Torri del Benaco i cittadini potevano scegliere solo Stefano Nicotra, che comunque ha ottenuto più del 50% dei consensi tra gli aventi diritto al voto. E maggiore è stata anche l'affermazione di Maurizio Castellani a San Zeno di Montagna.
A Bardolino ha vinto L'Onda di Lauro Sabaini, ma per soli 37 voti su Prima Bardolino di Daniele Bertasi. Distacchi più massicci, invece, negli altri comuni. Caprino Veronese ha scelto una donna come sindaco, è Paola Arduni; e affermazioni al femminile anche a Cavaion Veronese dove Sabrina Tramonte è stata rieletta e a Ferrara di Monte Baldo con Serena Cubico. A Brenzone, Davide Benedetti vince sul sindaco uscente Tommaso Bertoncelli, mentre a Costermano è stato rieletto Stefano Passarini. Infine, lo scontro a tre di Malcesine è stato vinto da Giuseppe Lombardi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento