Da via Chioda parte la guerra di Federico Sboarina alle buche nelle strade

Il candidato sindaco ha promesso una mappatura delle condizioni degli asfalti per stilare la priorità degli interventi "partendo dalle periferie fino al centro città"

Federico Sboarina in via Chioda

"Verona deve pensare in grande ma non può dimenticare la quotidianità". Così, mentre i grandi leader dei partiti che lo sostengono si muovono spingerlo alla vittoria nel ballottaggio, il candidato sindaco Federico Sboarina passeggia con Alberto Padovani, consigliere in quarta circoscrizione, in via Chioda, la strada di quattro chilometri tra Golosine e Dossobuono. "Questa strada è simbolo e sintomo della mancanza di cura e di attenzione alle manutenzioni di questi ultimi anni - dichiarato Sboarina - Quattro chilometri pieni di buche, dove due auto che si incrociano non trovano spazi di sicurezza per il transito. Da almeno cinque anni Padovani segnala la situazione, anche con atti formali, ma mai una risposta è arrivata. Intervenire su queste situazioni è per noi prioritario e lo faremo nei nostri primi cento giorni di mandato".

Andando nel concreto, il candidato sindaco del centrodestra ha promesso che una priorità dei suoi primi cento giorni da sindaco, se sarà eletto, sarà la mappatura delle condizioni degli asfalti a Verona per stilare la priorità degli interventi "partendo dalle periferie fino al centro città", assicura Sboarina.

Intanto, i leader di Forza Italia e Lega Nord fanno la loro parte per aiutare Sboarina. Silvio Berlusconi con un videomessaggio e Matteo Salvini invece tornando ancora a Verona.

Nel suo messaggio, Berlusconi invita innanzitutto a votare e poi indica Sboarina come "un professionista di valore, indipendente e di scrupolosa onestà e correttezza", mentre il programma del candidato sindaco è stato descritto da Berlusconi come "serio, concreto, con obiettivi ambiziosi ma realizzabili". Insomma, "Federico Sboarina merita davvero la vostra fiducia", ha dichiarato Silvio Berlusconi ai veronesi.

Salvini invece torna a Verona questa sera alle 21 al B&B Casa Vecia di via Chioda a Madonna di Dossobuono, per poi spostarsi in piazza Erbe per un aperitivo alle 22.30. Domani, 23 giugno, dalle 9 parteciperà ad una serie di volantinaggi al mercato rionale di Piazza Santa Toscana, al mercatino di Borgo Venezia in via Villa Cozza, al mercato rionale di Piazza Arditi e a quello di San Zeno in piazza Corrubbio ed infine al mercato rionale del Saval in via Emo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Morto a 53anni sulla A22: forse un colpo di sonno la causa dello schianto

  • Coronavirus. Dopo il chiarimento della Regione, ecco cosa è ammesso a Verona e cosa no

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Auto si schianta contro un tir sulla A22: perde la vita un uomo di 53 anni

Torna su
VeronaSera è in caricamento