Bisinella presenta People Mover, l'idea per il futuro della mobilità di Verona

L'intenzione della candidata "è quella di creare un mezzo di trasporto pubblico che sia complementare al Filobus e che copra un percorso strategico al fine di sgravare Verona Sud dal traffico della settimana e il centro storico dall’assalto del weekend"

People Mover rappresenta una delle idee della mobilità del futuro. Un progetto sul quale punta la candidata sindaco per il comune di Verona Patrizia Bisinella, che lo ha presentato insieme all'attuale primo cittadino Flavio Tosi, all'assessore all'urbanistica Gian Arnaldo Caleffi e al docente di urbanistica e trasporti presso il Politecnico di Milano, il professor Tullo Galletti. 

La proposta, che prevede una metrotramvia leggera di superficie che parta dal parcheggio scambiatore di Verona Sud ed arrivi in piazza Bra, sul modello delle opere simili realizzate a Torino o a Perugia, avrebbe una parte sopraelevata ed un’altra a raso strada.

"La nostra idea- afferma Bisinella – è quella di creare un mezzo di trasporto pubblico veloce che sia complementare al Filobus e che copra un percorso strategico al fine di sgravare Verona Sud dal traffico della settimana e il centro storico dall’assalto del weekend. Come tutto ciò che proponiamo – continua la Senatrice – l’opera è assolutamente realizzabile ed a costi più che accettabili. Infatti un progetto del genere prevede un impegno di circa 50 milioni di euro, dei quali 20 milioni derivanti dai ribassi d’asta del Filobus e gli altri dai proventi dei 4000 posti auto previsti nel parcheggio scambiatore di Verona Sud e dall’incasso dei biglietti".

TAV01_THEPEOPLEMOVER-2

"Questo intervento è assolutamente compatibile con il Filobus – ha affermato il sindaco Tosi- i cui lavori sono già iniziati e prevede costi di gestione molto bassi, in quanto il personale non è presente sul mezzo, ma solo nelle stazioni di comando".

Il Professor Galletti, che ha presentato il progetto, ha sottolineato che “la visione strategica della Verona del futuro, della quale il PAT disegnerà i contorni, non può non avvalersi di uno strumento di questo tipo che con leggerezza e scarso impegno economico va a risolvere molteplici problemi di viabilità".

In conclusione Gian Arnaldo Caleffi ha spigato che "anche oggi a fronte di polemiche sterili noi siamo qui a dare risposte concrete, velocemente realizzabili e poco impattanti per il territorio. Questo del resto è ciò che ha caratterizzato l’Amministrazione Tosi negli ultimi dieci anni e sono certo sarà caratteristica anche dei prossimi dieci con Patrizia Bisinella".

TAV03_THEPEOPLEMOVER-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

  • Nasce il nuovo polo logistico del Gruppo Veronesi: 200 i lavoratori impiegati

Torna su
VeronaSera è in caricamento