Mauro Bonato contro l'arrivo di migranti ad Avesa. "Pronto a incatenarmi"

L'ex parlamentare leghista è candidato al consiglio comunale. "La situazione è fuori controllo, sono pronto anche ad azione eclatanti per evitare nuovi arrivi"

"Il business dell'accoglienza continua a destare paura, sconcerto e preoccupazione ad Avesa. La nostra frazione è stata invasa e soffocata da centinaia di immigrati provenienti da altre strutture di accoglienza della provincia scaligera, colonizzando di fatto e impadronendosi di Avesa. Sono pronto ad azioni eclatanti, la situazione è ormai fuori controllo, fermerò eventuali nuovi arrivi anche a costo di incatenarmi e fermare il loro ingresso".

Sembra davvero pronto a tutto il candidato al consiglio comunale di Verona per la Lega Nord Mauro Bonato. Per l'ex parlamentare leghista i migranti ospitati nella frazione del capoluogo sono troppi. "I residenti di Avesa hanno dovuto subire in silenzio in questi mesi inaccettabili imposizioni giunte dall’alto, ritrovandosi a vivere situazioni assurde e pericolose - ha proseguito Bonato - Oggi è toccato ad Avesa, domani toccherà ad altri quartieri veronesi. Se, a quanto sembra, sono previsti nuovi arrivi di profughi, sono pronto ad ostacolare il loro ingresso ad Avesa anche a costo di incatenarmi per non farli passare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento