menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Al centro Tommaso Ferrari e alcuni candidati della lista Verona Civica

Al centro Tommaso Ferrari e alcuni candidati della lista Verona Civica

Verso il ballottaggio, Verona Civica: "Nessuna indicazione, ma andate a votare"

Tommaso Ferrari capolista di Verona Civica:"Nessuna indicazione di voto da parte nostra. Verona Civica? Diventerà un laboratorio per la città"

"Come Verona Civica ci siamo spesi per tutta la nostra campagna nel segno della discontinuità con la precedente amministrazione e intendiamo rimanere una voce coerente e civica anche in questo. La nostra candidatura è stata legata alle persone non alle appartenenze". Con queste parole Tommaso Ferrari, il capolista di Verona Civica che al primo turno aveva appoggiato la candidatura a sindaco di Orietta Salemi del Partito Democratico, ha inaugurato la conferenza stampa con la quale è stata resa pubblica la posizione della lista in funzione del ballottaggio del 25 giugno che, come noto, vedrà sfidarsi Federico Sboarina e Patrizia Bisinella.

In tempi di "inviti ad andare al mare" e di rinunce al voto come quella del candidato Bertucco, la notizia è che Verona Civica "invita ad andare a votare", senza però fornire ai suoi elettori direttamente, a quelli del Pd indirettamente, alcuna indicazione esplicita su quale dei due candidati scegliere. "I risultati elettorali hanno premiato il nostro lavoro: con 5.603 voti siamo la terza lista civica. - ha spiegato Ferrari durante la conferenza - Per questa ragione, in vista del ballottaggio, non abbiamo intenzione di siglare adesioni strategiche, pur consapevoli che questa decisione ci relegherà al ruolo di opposizione. Non daremo neppure indicazioni informali. Lasciamo a ciascuno la libertà di agire secondo coscienza. Da noi non arriverà neppure il suggerimento di “andare al mare” e di non votare. Il panorama politico attuale può anche non essere tra i più auspicabili, ma il diritto di scegliere il proprio sindaco deve venire prima".

A questo punto non resta che attendere di capire quale sarà ufficialmente la posizione del Partito Democratico in vista del ballottaggio, posto che da Roma l'invito ad appoggiare Bisinella e il compagno della battaglia referendaria Flavio Tosi è già arrivato forte e chiaro, ma pare non aver riscosso grande entusiasmo a livello locale. In particolare Elisa La Paglia, campionessa democratica di preferenze l'11 maggio, ha pubblicamente dichiarato, così come fatto anche da Orietta Salemi, che la decisione verrà presa in modo condiviso dalla comunità del Pd e sulla base di eventuali accordi di programma, non tanto in cambio di poltrone. Una strategia comprensibile, ma che a molti lascia legittimamente qualche perplessità. Ad ogni modo, tutto sembra far presagire che anche da parte del Pd non arriverà nessun "apparentamento formale", nonostante il pressing di Ricci, e forse nemmeno un'indicazione esplicita sul candidato (o forse sì?). Quel che è certo è che anche in questo caso arriverà l'invito a recarsi alle urne il 25 giugno.

Per quel che riguarda la lista Verona Civica Salemi Sindaco, alla conferenza stampa che si è tenuta oggi, venerdì 16 giugno, presso la sede del Comitato elettorale in via XX Settembre 124, si è parlato anche di futuro indipendentemente da queste elezioni amministrative. Tommaso Ferrari, infatti, ha spiegato: "Il percorso politico di Verona Civica non si ferma con il risultato dell’11 giugno. Non siamo un’accozzaglia di persone che si sono messe insieme per un fine elettorale di breve periodo. Abbiamo intenzione di lavorare e ampliare questo laboratorio politico nato per le amministrative, ma con uno sguardo che le ha sempre sopravanzate".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento