La fine della campagna di Sboarina chiama a Verona i leader del centrodestra

In piazza dei Signori, la sera dell'8 giugno, ci saranno l’onorevole Giorgia Meloni, il governatore Luca Zaia, il segretario della Lega Matteo Salvini, l’onorevole Renato Brunetta, il segretario nazionale del Partito Pensionati onorevole Carlo Fatuzzo

La campagna elettorale di Federico Sboarina, candidato sindaco a Verona sostenuto da ben sette liste, si avvia verso la sua fine. L'evento conclusivo si terrà alle 20.30 di giovedì 8 giugno in piazza dei Signori, con la presenza dei leader nazionali dei partiti della coalizione. Ci saranno l’onorevole Giorgia Meloni, il governatore del Veneto Luca Zaia, il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, l’onorevole Renato Brunetta, il segretario nazionale del Partito Pensionati onorevole Carlo Fatuzzo.

Sboarina farà il riepilogo della campagna elettorale, anche con l’aiuto di un nuovo video che raccoglie i momenti più significativi, e sintetizzerà i temi che hanno caratterizzato il messaggio politico del centrodestra: sicurezza, riqualificazione dei quartieri, nomina dell’assessore alla Cultura e innalzamento della qualità nelle proposte, politiche per la famiglia e le fasce deboli, Central park, piste ciclabili e mobilità.
Oltre ai big nazionali, domani sera in piazza dei Signori ci saranno i circa 1000 candidati delle sette liste di coalizione, fra Consiglio comunale e Circoscrizioni, i segretari provinciali dei partiti (Paolo Paternoster, Ciro Maschio, Davide Bendinelli, Germano Zanini, Stefano Casali, Germano Zanella, Gianluigi Sette), simpatizzanti e sostenitori.

Poco prima invece, alle 18.30 presso il Caffè Coloniale di piazza Viviani, si terrà la conferenza stampa di presentazione della candidatura in Consiglio Comunale di Mirko Ziviani nella lista Battiti per Verona Domani, alla quale parteciperanno l’ex ministro e fondatore del movimento nazionale IDEA Gaetano Quagliariello, il consigliere regionale, capogruppo di Centro destra Veneto, Stefano Casali ed lo stesso candidato sindaco.

Zaia tra l'altro si trovava a Verona già nella giornata di martedì per sostenere il presidente di Battiti: il governatore veneto ha indicato nell'astensionismo il vero nemico della coalizione di centrodestra. 

Intanto il 7 giugno, Stefano Bianchini, candidato al consiglio comunale in lista Forza Italia, ha spiegato i punti del suo programma per sport e tempo libero: Dialogo pubblico-privato, istituzione di tavoli e commissioni, promozione della sana alimentazione tra i giovani, eventi internazionali, riqualificazione degli impianti e sviluppo dei quartieri, sport per tutti e valorizzazione delle disabilità.
Tre i tavoli proposti dall'aspirante consigliere: per l’impiantistica sportiva con la sinergia tra Comune e circoscrizioni, un tavolo per le manifestazioni dedicate al rilancio dei quartieri con eventi che uniscano le realità sportive alle associazioni locali ed uno per la promozione della cultura dello sport attraverso un programma di educazione alimentare e motoria in partnership con le scuole, l’Università e Ulss e altri enti.

Associazioni in piazza
Vogliamo portare le Olimpiadi in città – spiega il candidato Stefano Bianchini – ma quelle di quartiere, dove la comunità è al centro delle attività e dell’organizzazione. Creando una sorta di SportExpo dedicato a ogni circoscrizione, con attività sportive e ludiche, in questo modo le società e le associazioni locali possono fare rete, con forme di autofinanziamento importanti.

Più vita nei quartieri
L’idea infatti è quella di decentrare gli eventi che sempre più spesso monopolizzano piazza Bra, con l’obiettivo di restituire visibilità alle diverse zone di Verona e di valorizzare il lavoro dei volontari che ne fanno parte con riconoscimenti di quartiere e premi dedicati proprio a questo mondo, vero motore dello sport e delle tante attività benefiche.

Sinergie pubblico-privato
Servono sinergie tra pubblico e privato, soprattutto per quanto riguarda gli impianti dove le difficoltà di ammodernamento sono veramente importanti. Bisogna far sì che le realtà sportive veronesi più importanti possano confrontarsi con la macchina pubblica, con assegnazioni pluriennali che prevedono degli step di riqualificazione, che possano riportare gli impianti a essere davvero efficaci e all’altezza dei tempi.

Sport per tutti
Verona vanta molte eccellenze sportive anche nelle discipline paraolimpiche. Persone con disabilità che praticano sport a tutti i livelli, atleti impegnati in eventi internazionali ma anche tantissima gente che si diverte con attività amatoriali. Vogliamo dare spazio a tutte queste realtà e offrire nuove opportunità per realizzarle, con progetti di inclusione sportiva ed integrazione per bambini, giovani e adulti che praticano le diverse discipline.

Grandi eventi
Un’attenzione particolare verrà data agli eventi internazionali che generano un indotto importante in termini di turismo e visibilità per Verona ma che “devono essere adeguatamente sostenuti da piani concreti di riqualificazione e promozione affinché la manifestazione sportiva non resti solo un appuntamento o una partita ma un’occasione da sviluppare nel tempo.

Dopo 10 anni da presidente della Prima Circoscrizione, anche Daniela Drudi si candida per il Consiglio comunale e lo fa con la lista Battiti per Verona Domani
"Da città d’arte ricca di tesori e monumenti invidiati in tutto il mondo a città di sagre e banchetti - ha detto Daniela Drudi - . Hanno svenduto la ricchezza e i valori del territorio scaligero a favore di manifestazioni e concertini rock in piazza Dante. L’attuale Giunta comunale ha gravissime responsabilità. Con Federico Sboarina sono certa che Verona ritornerà ad essere custode dei suoi gioielli, a tutelarli e valorizzarli. 
In prima persona ho chiesto ed ottenuto la pedonalizzazione di piazza Corrubio, divenuto ora centro pulsante deĺla vita del quartiere e ho fatto si che anche piazza Isolo venisse valorizzata attraverso la realizzazione di mercatini ormai divenuti appuntamenti attesi e rinomati come Sbaraccando. In qualità di presidente della Commissione Cultura avevo ideato già nel 2008 la rassegna estiva di Cinema sotto la stelle alla Tomba di Giulietta e al chiostro di San Bernardino. Basta con i concerti rock e le sagre di paese nelle piazze che tutta Italia ci invidia. La nostra città merita altro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento