Prendersi cura dei disabili e dell'ambiente. Le proposte di Orietta Salemi

Mappare e abbattere le barriere architettoniche a partire dagli interventi prioritari. Questo l'impegno della candidata sindaca del PD. E Verona Civica, lista che la sostiene, per l'ambiente chiede proposte di lungo periodo

Orietta Salemi e Diego Zardini

"Servizi alla persona mirati, una maggiore spinta per l'inserimento nel mondo lavorativo, l'abbattimento delle barriere architettoniche ancora presenti in città: questa è la strada per garantire a tutti i veronesi pari opportunità e pari diritti. Senza differenze. Il primo atto della nuova amministrazione dovrà quindi essere quello di mappare le criticità insieme alla associazioni di riferimento per poi fare scala di priorità di intervento". La candidata sindaco PD Orietta Salemi ha lanciato alcune proposte in tema di disabilità e accessibilità. E assieme a lei, il deputato Diego Zardini.

"Serve un deciso passo avanti nell'abbattimento delle barriere architettoniche perché solo una città senza barriere è davvero una città di tutti - hanno sottolineato Salemi e Zardini - La nuova amministrazione dovrà, ascoltando anche il parere delle associazioni, condividere un ordine di priorità, per avviare un programma di interventi. Il Comune può e deve inoltre svolgere un importante ruolo di promotore di azioni da parte di soggetti terzi, anche con possibili convenzioni pubblico-privato con gli esercizi commerciali, l'aumento dei mezzi del trasporto pubblico con accessibilità per tutti e l'istituzione di un tavolo di coordinamento per la promozione di un turismo accessibile".

E mentre Orietta Salemi esponeva la parte del suo programma con cui intende "prendersi cura della persona", la lista Verona Civica che la sostiene ha parlato di come prendersi cura dell'ambiente, anche attraverso scelte urbanistiche. "Per ottenere gli oneri di urbanizzazione sono state massacrate le periferie, senza nessun pensiero prospettico. Ora chi promette soluzioni immediate elargisce false promesse perché sul capitolo ambientale si possono portare risultati solo nell'arco di tempo. I centri commerciali non li butti giù la settimana prossima", queste sono state le parole di Federico Testa, presidente dell'agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, intervenuto all'incontro organizzato da Verona Civica.

"A livello ambientale serve con forza una politica di lungo periodo, non a spot - ha dichiarato il capolista Tommaso Ferrari - Quello che bisogna fare è mettere l'ambiente al primo posto nell'agenda comunale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento