rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica Centro storico / Piazza Bra

Non è più solo gossip, Valdegamberi possibile candidato sindaco a Verona

L'indiscrezione estiva si è fatta concreta ed è la stessa associazione di cui lui è presidente, Vale Verona, a lanciarlo per la poltrona più ambita di Palazzo Barbieri

«Il gossip estivo mi vorrebbe candidato sindaco a Verona, ma è solo gossip», scriveva il 2 settembre scorso sul suo profilo Facebook. Tre mesi dopo quel «gossip» è diventato qualcosa di molto più concreto, visto che tra i possibili candidati sindaco del capoluogo ora c'è anche il suo nome. Stefano Valdegamberi attualmente è consigliere regionale, ma nel 2022 potrebbe correre per la poltrona più ambita di Palazzo Barbieri.

Valdegamberi è presidente di Vale Verona, un'associazione che si presenterà come lista civica alle prossime elezioni amministrative. Una lista civica pronta a sostenere il candidato sindaco del centrodestra, se il centrodestra sarà unito. Altrimenti, avrà in Valdegamberi il proprio candidato. Un candidato che non può essere ignorato, visti i voti che riesce ad attirare (oltre 11mila preferenza alle ultime elezioni regionali) ed il suo curriculum politico. Nel suo passato, infatti, ci sono le elezioni a sindaco vinte a Badia Calavena, le elezioni a consigliere comunale di Verona ed a consigliere regionale, oltre all'esperienza come assessore regionale

A lanciare la sua candidatura è stata proprio l'associazione Vale Verona, per voce del suo vicepresidente Filippo Grigolini, già candidato sindaco a Verona nel 2017 con il Popolo della Famiglia. Grigolini ha poi lasciato il Popolo della Famiglia per Famiglia è Futuro e Vale Verona. Ed anche se nel 2017 non riuscì ad entrare in consiglio comunale, la lista di Filippo Grigolini riuscì a far eleggere alcuni consiglieri nelle circoscrizioni. Ad esempio, in terza circoscrizione, Famiglio è Futuro fa parte della maggioranza, insieme a forze politiche che sostengono la rielezione di Federico Sboarina. Un'ambivalenza sottolineata dal consigliere comunale del Partito Democratico Federico Benini: «Grigolini si è dimenticato di spiegare perché la sua formazione abbia intenzione di mollare Sboarina. Perché abbandonare un sindaco uscente se ha governato bene? Comprendiamo benissimo che tutti gli annunci di rilancio demografico fatti dal sindaco sono sfumati nel giro di poco tempo. E tutta questa attenzione alla tematiche della famiglia con Sboarina non si è mai vista al di fuori di vuoti e retorici annunci. Dunque, delle due l’una: o la scelta di sostenere Valdegamberi è una mossa puramente opportunistica con cui Grigolini cerca di rimettere lui e il suo movimento sul "mercato" per vedere se ci sono migliori "offerenti", oppure anche lui pensa che il mandato di Sboarina non sia stato all'altezza delle aspettative».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non è più solo gossip, Valdegamberi possibile candidato sindaco a Verona

VeronaSera è in caricamento