rotate-mobile
Politica Bovolone / Piazza Scipioni

Bovolone. Il M5S candida Lorenza Montegnoli, la Lega Alessandro Minozzi

Per la prima volta nel comune della bassa veronese ci sarà la possibilità di ballottaggio. Se il 5 giugno un candidato non avrà più del 50% delle preferenze, si rivoterà il 19

C'è grande attenzione attorno alle elezioni amministrative di Bovolone. Si vota come negli altri Comuni il 5 giugno, ma per la prima volta a Bovolone ci potrà essere il ballottaggio. Significa che se un candidato sindaco non vincerà superando il 50% dei consensi, il 19 giugno ci sarà una nuova votazione e i cittadini di Bovolone dovranno scegliere tra i due candidati che al primo turno hanno ricevuto più voti.

Il PD ha già lanciato la sfida e il sindaco Mirandola punterà ad una rielezione. Gli iscritti al Movimento 5 Stelle di Bovolone hanno invece scelto come candidata sindaco Lorenza Montagnoli, architetto classe 1974. Al sito internet www.guidaalvoto.it, la portavoce pentestellata si è detta orgogliosa della sua candidatura "dopo anni di politiche improduttive, senza obiettivi chiari, che hanno diffuso delusione e rassegnazione. Ritengo che l’onestà sia una virtù essenziale per chi vuole servire il paese e il M5S è l’unico movimento politico che verifica che i candidati siano persone incensurate".

Lorenza Montagnoli ha dichiarato che se sarà eletta nominerà assessori competenti per ogni settore. "Nei partiti tradizionali l’assessorato è moneta di scambio per le alleanza, prassi che non garantisce le necessarie competenze. Noi vogliamo persone competenti e indipendenti". Nel suo programma: aumento dei percorsi ciclabili e riduzione degli sprechi anche a livello energetico grazie al P.E.C., il Piano Energetico Comunale, il cui obiettivo è l’indipendenza energetica degli edifici pubblici da fonti fossili. "Infine - ha aggiunto la portavoce del M5S - vogliamo dare il via a tirocini formativi in aziende per chi è senza lavoro".

Per la Lega Nord invece è stato scelto come candidato sindaco Alessandro Minozzi. 48 anni, nato a Bovolone, sposato, un figlio, è assolutamente nuovo alla politica, ma è sempre stato sensibile alle problematiche sociali della comunità soprattutto in ambito scolastico. "Consapevole dell’immobilismo in cui versa Bovolone - ha scritto Giovanni Favaretto, commissario leghista a Bovolone - Minozzi ha sentito fortemente l’impulso di mettersi in gioco per contribuire a risollevare una macchina comunale complessa, purtroppo sfiancata, che dovrà rianimare e rimettere in sesto".

La Lega Nord riconosce in Minozzi le qualità, intellettuali e morali, per essere il nuovo sindaco. "Persona determinata, ma umile - continua Favaretto - Di certo non si presenterà il primo giorno di lavoro da sindaco in Rolls Royce come è accaduto con l’attuale. Non sarà un uomo solo al comando perché consapevole che occorre fare squadra con altre persone capaci e oneste, competenti per materia".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bovolone. Il M5S candida Lorenza Montegnoli, la Lega Alessandro Minozzi

VeronaSera è in caricamento