rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Politica Via Franceschine

Provincia di Verona, partito l'iter per l'elezione del nuovo presidente

Il successore di Antonio Pastorello sarà scelto da sindaci e consiglieri comunali del territorio il prossimo 31 ottobre. La Lega ha già indicato il proprio candidato: Manuel Scalzotto

Sono stati convocati venerdì scorso, 21 settembre, i comizi elettorali da parte della Provincia di Verona in vista dell'elezione del nuovo presidente. È stato così dato il via all'iter proseguito poi con la nomina della commissione elettorale. La Provincia ora richiederà ai 98 comuni scaligeri le attestazioni del corpo elettorale aggiornate al 26 settembre, ovvero dei sindaci e dei consiglieri che saranno chiamati a votare.

Il presidente e il consiglio provinciale sono enti di secondo livello e quindi non sono eletti direttamente dai cittadini, ma sono i sindaci e i consiglieri comunali del territorio a votare. Saranno loro a trovare il successore di Antonio Pastorello. Entro il 29 settembre, i comuni dovranno inviare tutta la documentazione così la Provincia potrà conoscere il numero esatto degli aventi diritto al voto e stabilire il numero di sottoscrizioni necessarie per presentare la propria candidatura a presidente entro l'11 ottobre. La Lega ha già trovato il proprio candidato, si tratta del sindaco di Cologna Veneta Manuel Scalzotto.

L'elezione avverrà a Palazzo Capuleti mercoledì 31 ottobre, un giorno feriale che implicherà modalità organizzative interne differenti dalle precedenti elezioni. Lo spoglio è previsto nei giorni immediatamente successivi.

Il sistema di voto è il cosiddetto "ponderato", ovvero la preferenza espressa da ogni singolo consigliere e sindaco avrà un peso differente in relazione al numero di abitanti del Comune in cui si amministra. Le fasce, per la Provincia di Verona, sono sei: Comuni con meno di 3mila abitanti, da 3mila a 5mila, da 5mila a 10mila, da 10mila a 30mila, da 30mila a 100mila (solo Villafranca) e da 250mila a 500mila (Verona).

Il presidente eletto rimarrà in carica quattro anni, salvo decadere automaticamente alla cessazione della carica di sindaco.

Il rinnovo del consiglio provinciale, invece, è previsto per i primi mesi del 2019. Gli eletti in assemblea resteranno in carica due anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia di Verona, partito l'iter per l'elezione del nuovo presidente

VeronaSera è in caricamento