rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Politica Centro storico / Piazza dei Signori

Elezioni del consiglio provinciale di Verona: 7 riconferme e 9 volti nuovi

Il presidente Manuel Scalzotto: «La precedente assemblea si è chiusa dimostrando uno spirito di collaborazione difficile da trovare in altre amministrazioni pubbliche. Auspico che questo consiglio possa continuare su questo solco»

Nelle prime ore di oggi, 19 dicembre, si è concluso lo spoglio delle schede per le elezioni del nuovo consiglio provinciale di Verona. Elezioni che si sono tenute ieri.

Per la lista Insieme per Verona sono stati eletti: Luca Trentini (sindaco di Nogarole Rocca) e Alessio Albertini (sindaco di Belfiore).
Per la lista Amministratori Verona Scalzotto Presidente gli eletti sono: Albertina Bighelli (consigliere di Sommacampagna), Loris Bisighin (consigliere di Legnago), Michele Taioli (consigliere di Illasi), Zeno Falzi (consigliere di Grezzana), Silvio Salizzoni (consigliere di Bussolengo), Mauro Gaspari (consigliere di San Martino Buon Albergo), Federica Losi (consigliere di Mezzane) e Carla Padovani (consigliere di Verona).
Per la lista Amministratori per il Territorio Scalzotto Presidente, entrano in consiglio provinciale: David Di Michele (consigliere di Lavagno), Roberto Brizzi (sindaco di Bussolengo), Sergio Falzi (consigliere di Castel D’Azzano), Ottorino Peretti (consigliere di San Zeno di Montagna), Vladimir Castellini (consigliere di Bovolone) e Diego Ruzza (sindaco di Zevio).
Nessun eletti, infine, per la lista Civica per il Territorio.
E nella fase finale dei lavori dei seggi, la lista Amministratori per il Territorio Scalzotto Presidente, alla luce dell'esigua differenza di voti, ha indicato di riservarsi di richiedere verifiche in ordine ai voti dichiarati nulli.

SCARICA QUI IL VERBALE DELLA PROCLAMAZIONE DEGLI ELETTI

Alessio Albertini, Albertina Bighelli, Loris Bisighin, Zeno Falzi, Silvio Salizzoni, David Di Michele e Sergio Falzi erano consiglieri uscenti della precedente assemblea del Palazzo Scaligero.

«Un augurio di buon lavoro a tutti i nuovi consiglieri, che potranno contare sull'esperienza di quelli riconfermati dalla scorsa consiliatura - ha affermato il presidente Manuel Scalzotto - La precedente assemblea si è chiusa dimostrando uno spirito di collaborazione tra tutte le sensibilità politiche difficile da trovare in altre amministrazioni pubbliche e volto a rispondere ai bisogni della nostra comunità. Auspico che questo consiglio possa continuare su questo solco, con responsabilità e impegno nei confronti dell’intero territorio veronese che rappresentiamo».

Gli eletti, in tutto 16, rimarranno in carica due anni o comunque fino alla cessazione della carica di sindaci o consiglieri nei Comuni d'appartenenza.
Il mandato del presidente Scalzotto, invece, è di quattro anni e scadrà a fine ottobre 2022.
Nella prima seduta del nuovo consiglio provinciale si terrà la convalida degli eletti.

Il sistema elettorale utilizzato per questa elezioni è il cosiddetto "ponderato", ovvero la preferenza espressa ha avuto un peso differente in relazione al numero di abitanti dei Comuni degli amministratori chiamati al voto (in tutto oltre 1.100 votanti, ovvero l’86% dei 1.314 aventi diritto).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni del consiglio provinciale di Verona: 7 riconferme e 9 volti nuovi

VeronaSera è in caricamento