Edi Maria Neri fuori giunta? Valdegamberi: «Silurata». Vicesindaco: «Prendiamo atto»

La Lega perde pezzi: nuovo assessore al Patrimonio Andrea Bassi di Verona Domani

Edi Maria Neri con il sindaco Federico Sboarina - immagine d'archivio

«Prendiamo atto della scelta del sindaco. Edi Maria Neri, vicepresidente nazionale di Avviso Pubblico, è persona di alto valore, garanzia di legalità e trasparenza, valori importanti sui quali si deve sempre basare una seria azione politica. Spiace che la sua presenza in giunta non sia stata ritenuta strategica». Così si esprime in una breve nota il vicesindaco di Verona Luca Zanotto, altresì assessore alle Opere pubbliche, Viabilità e Traffico, nonché sodale di partito nella Lega con la stessa Edi Maria Neri che, ad oggi, parrebbe di capire, è dunque ufficialmente "dimissionata". 

«Da parte nostra nessuna polemica, - prosegue il vicesindaco Luca Zanotto - perché in un momento difficile come quello che stiamo attraversando il risiko delle nomine non deve mai prevalere sull'impegno che i cittadini e le imprese si aspettano da chi amministra la città». Nonostante la pacatezza del vicesindaco Zanotto, al momento sull'intera vicenda aleggia però qualche nube: nessuna nota ufficiale da parte del sindaco Sboarina, ma la stessa Edi Maria Neri in una recente intervista al Corriere del Veneto ha manifestato tutto il suo fastidio per aver appreso la notizia della sua estromissione dalla giunta solo da un quotidiano online, ribadendo anzi che non avrebbe alcuna intenzione di dimettersi.

Nei suoi confronti è arrivata in queste ore la solidarietà da parte del consigliere regionale Stefano Valdegamberi che sui social scrive: «Silurata l'assessore comunale al Patrimonio e Anticorruzione, la dott.ssa Edi Maria Neri, ex magistrato, nel cambio di poltrone in giunta comunale. Ho parlato con lei prima, per telefono. Dispiace che le notizie arrivino agli interessati prima dai giornalisti che dal sindaco stesso. Ormai non c'è nemmeno il rispetto delle persone nella corsa all'accapparamento delle poltrone. Motivazioni? Solo equilibrismi politici...Carissima Edi - conclude il consigliere regionale Stefano Valdegamberi - hai tutta la mia stima e solidarietà».

Nel frattempo, però, a prendere la parola è stato anche il nuovo assessore che sostituirà proprio Edi Maria Neri, in quota Verona Domani e pronto a fare il suo ingresso in giunta, vale a dire Andrea Bassi: «Care amiche e cari amici, - scrive sui social - con grande soddisfazione ed emozione vi annuncio che sono stato scelto per il ruolo di assessore del Comune di Verona, con deleghe al Patrimonio, all'Edilizia privata, all'Edilizia sportiva ed all'Edilizia economico popolare. Un ruolo importante e di grande responsabilità, - spiega Andrea Bassi - per cui darò tutto me stesso, come sempre ho cercato di fare. Un ruolo veronese che si coniuga alla perfezione con la missione a cui tengo più di ogni altra cosa, ovvero quella di padre».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

Torna su
VeronaSera è in caricamento