Giovedì, 24 Giugno 2021
Politica Borgo Milano / Via Egidio Meneghetti

Dieci alberi tagliati a Borgo Milano, botta e risposta tra Benini e De Marzi

Il consigliere comunale del PD: «Non sarebbe la prima volta che vengono abbattuti alberi ritenuti salvabili». La replica di De Marzi: «Benini è ottuso. I 10 olmi spontanei erano ormai compromessi»

Gli alberi tagliati (Foto Gmaps)

«Il Comune di Verona, durante l'emergenza coronavirus, ne approfitta per tagliare 10 alberi vicino a Corso Milano». In questo modo il consigliere comunale del Partito Democratico di Verona Federico Benini ha attaccato l'amministrazione scaligera ed ha chiesto le schede del rilievo fitosanitario di ogni albero sradicato per rendersi conto del loro stato di salute. «Non sarebbe la prima volta che vengono abbattuti alberi ritenuti salvabili», ha aggiunto Benini.
I dieci alberi tagliati sono quelli del tratto pedonale tra via Meneghetti e via Navasa. «Non solo non vengono prese misure per mitigare l'inquinamento di una delle vie più inquinate d'Italia, ma si taglia pure quel poco di verde che è rimasto e che ci consente di respirare», ha concluso il consigliere comunale del PD.

A Benini ha replicato il consigliere Matteo De Marzi: «Benini è ottuso - scrive De Marzi - Amia, che effettua l'operazione di taglio di piante, procede sempre e solo dopo un'analisi e dopo aver redatto una relazione per ogni pianta ad alto fusto. In questo caso, si tratta di 10 olmi spontanei, ormai compromessi, alcuni nell'apparato radicale ed alcuni nella cavità interna. Si è reso necessario il taglio per evitare rovinose cadute nei prossimi mesi».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dieci alberi tagliati a Borgo Milano, botta e risposta tra Benini e De Marzi

VeronaSera è in caricamento