menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il post poi rimosso dalla pagina Facebook di Gioventù Nazionale Verona

Il post poi rimosso dalla pagina Facebook di Gioventù Nazionale Verona

Polemiche su Gioventù Nazionale Verona e il ricordo del "figlio adottivo di Hitler"

L'associazione giovanile di Fratelli d'Italia ha scritto sulla sua pagina Facebook un messaggio (poi rimosso) nell'anniversario della morte di Leon Degrelle. PD: «L'ideologia nazifascista non deve avere cittadinanza nelle istituzioni democratiche»

La pagina Facebook di Gioventù Nazionale Verona, l'associazione giovanile di Fratelli d'Italia, non è più accessibile ed il messaggio che aveva pubblicato il 31 marzo scorso non è più visibile. Ma il fatto che quel messaggio sia stato pubblicato è innegabile e le polemiche che ha generato si sentono in modo forte è chiaro.

Mercoledì scorso, sul social network della sezione scaligera di Gioventù Nazionale è apparso un post in ricordo di Leon Degrelle, morto proprio il 31 marzo 1994. «Leon Degrelle 15/06/1906 – 31/03/1994. Per tutti coloro che ancora sognano un secolo di cavalieri», si poteva leggere sulla pagina Facebook di Gioventù Nazionale Verona. Per chi non lo sapesse, Leon Degrelle è stato un politico e militante belga, una delle figure di riferimento del neonazismo e dell'estrema destra, un uomo la cui esaltazione del nazismo gli è valsa l'appellativo di «figlio adottivo di Hitler».

«È più forte di loro. Non riescono a tagliare il cordone ombelicale che li lega al fascismo e al nazismo. E questo dimostra che tutti gli appelli alla pacificazione nazionale sono soltanto diversivi e fumo negli occhi», ha commentato il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco. Ed il segretario provinciale del Partito Democratico Maurizio Facincani ha aggiunto: «L'ideologia nazifascista non deve avere cittadinanza nelle istituzioni democratiche. Ed è evidente la contiguità di tale ideologia con vasti blocchi del centrodestra veronese, dai nostalgici di Fratelli d'Italia ai leghisti organici al movimento fondamentalista Christhus Rex, che si richiama appunto i cattolici nazisti fondati da Leon Degrelle. Confidiamo che alle prossime elezioni i veronesi facciano un po' di pulizia di tutto questo marciume ideologico».

massimiliano urbano buona destra verona-2
(Massimiliano Urbano)

Ed anche a nel centrodestra veronese si è alzata una voce di condanna, quella di Massimiliano Urbano, coordinatore di Buona Destra Verona. «Se questi episodi accadono è perché a Verona c’è terreno fertile - ha dichiarato Urbano - I fascisti si sentono legittimati e vige un clima post-revisionistico. L'estrema destra si comporta come se percepisse di avere le mani libere e fa accadere di tutto. Questa amministrazione si caratterizzata e si distingue per un certo tipo d'impronta: un fascio-leghismo spinto e un ultracattolicesimo anti-abortista. La storia di Verona, città decorata di Medaglia d’oro valor militare per la guerra di liberazione, esige rispetto. Urge iniziare un percorso di rinnovamento culturale e politico che rimoduli la scala dei principi e dei valori. Liberiamo la città dalle forze retrograde che se ne sono impossessate».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento