rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica San Michele / Piazza Madonna di Campagna

PD: «La chiesa di Madonna di Campagna va sistemata». Zanotto: «C'è accordo con la parrocchia»

Il consigliere comunale Vallani e il presidente della circoscrizione Pozzerle chiedono al Comune di anticipare i costi delle riparazioni: «Non c'è tempo da perdere». Ma per l'assessore ai lavori pubblici la strada suggerita è impraticabile

«La basilica sanmicheliana di Madonna di Campagna è ancora in attesa degli interventi di sistemazione a seguito del temporale dell'agosto 2020. Non c’è più tempo da perdere». È il consigliere comunale del Partito Democratico di Verona Stefano Vallani a pungolare l'amministrazione comunale sull'urgenza dei lavori da eseguire alla chiesa di Madonna di Campagna. Anche questa edificio, insieme ad una novantina di altri beni comunali, è stato danneggiato dal fortunale che si è abbattuto su Verona il 23 agosto 2020. Ma alcuni di questi beni sono stati già sistemati, mentre alla basilica cinquecentesca della settima circoscrizione si chiede ancora pazienza.

«Il Comune è assicurato per questo tipo di eventi atmosferici, ma la pratica, a distanza di un anno e mezzo deve ancora chiudersi - ha spiegato Vallani insieme al presidente della circoscrizione Carlo Pozzerle - Il 6 ottobre 2020 il Comune ha aperto il sinistro con la compagnia assicurativa, ma ad oggi, vista la sua complessità, la pratica non è conclusa e il perito attende ancora la documentazione necessaria alla definizione dei danni. Il Comune, però, per alcuni beni danneggiati, ha intrapreso una soluzione alternativa, anticipando gli interventi per beni che riteneva prioritari. Così è stato fatto, ad esempio, per Castelvecchio, in cui il Comune ha anticipato una cifra di cui andrà a chiedere ristoro. La chiesa di Madonna di Campagna ha subito notevoli danni da quel temporale, come la rottura della copertura della cupola. E le infiltrazioni di acqua, con il passare del tempo, rischiano di peggiorare le condizioni di questo bene monumentale. L'importo dei lavori, di oltre 100mila euro, potrebbe essere agevolmente anticipato in attesa che si risolva l'ingarbugliata questione dell’assicurazione. Più si tarda nell’effettuare i lavori, più vi saranno problemi in futuro e costi da sostenere sempre maggiori».

Per il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Luca Zanotto, però, la strada suggerita da Vallani e Pozzerle è impraticabile. «La basilica di Madonna di Campagna è di proprietà del Comune, ma è data in concessione gratuita alla parrocchia con obbligo di manutenzione ordinaria e straordinaria. Dopo l'evento atmosferico del 2020, il perito ha fatto la stima dei danni su tutte le proprietà comunali ed è stata attivata la polizza assicurativa per i risarcimenti, che non sono ancora arrivati. Con fondi propri, il Comune ha nel frattempo fatto i lavori negli edifici di sua proprietà, compreso Castelvecchio, ma certo non possiamo intervenire con fondi pubblici dove c'è un accordo vigente che assegna ad altri le competenze. Quando arriveranno i risarcimenti assicurativi ovviamente verranno versati immediatamente alla parrocchia».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PD: «La chiesa di Madonna di Campagna va sistemata». Zanotto: «C'è accordo con la parrocchia»

VeronaSera è in caricamento