menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo stabilimento Melegatti a San Giovanni Lupatoto

Lo stabilimento Melegatti a San Giovanni Lupatoto

Melegatti, un Pandoro da salvare. L'On. Civati annuncia: "Solleciteremo il Governo sul tema"

"Questo Natale, sulle nostre tavole, potremmo non trovare il pandoro prodotto dall’azienda che a fine '800 lo brevettò. Porteremo la questione all’attenzione del governo, - ha detto l'On. Civati - perché non sono più tollerabili ritardi e giochi di potere sulla pelle dei lavoratori"

«Questo Natale, nei supermercati e sulle nostre tavole, potremmo non trovare il pandoro prodotto dall’azienda che a fine ottocento lo brevettò, e cioè la Melegatti di Verona. In questi giorni, infatti, i due stabilimenti veronesi stanno vivendo la fase più critica di una crisi aziendale che, aggravatasi nell’ultimo anno, si protrae da troppe settimane, le stesse settimane in cui gli operai non vengono pagati». Ad affermarlo è il Segretario Nazionale di "Possibile" Giuseppe Civati che si è detto molto preoccupato per la situazione dei due stabilimenti di San Giovanni Lupatoto.

Dopo le comprensibili proteste da parte dei lavoratori lasciati senza stipendi, si era sperato che il tavolo in Prefettura indetto per lo scorso venerdì avrebbe saputo dare qualche risposta, ma purtroppo la situazione non si è mossa di un millimetro, complice l'assenza alla trattativa della presidente di Melegatti Emanuela Perazzoli. «Si dice che ci siano stati contrasti tra soci e eredi dei fondatori, - spiega l'On. Civati - il problema di eredità però non interessa solo i proprietari, ma riguarda tutto il territorio veronese, la comunità di San Giovanni e le prospettive produttive e occupazionali dell’area (circa 70/90 lavoratori a tempo indeterminato e 200 stagionali). Venerdì l’ultimo atto della crisi, che segna un nuovo apice di preoccupazione. Presso la Prefettura era infatti convocato un tavolo al quale hanno trovato posto il sindaco di San Giovanni Lupatoto, i sindacati, e i soci di minoranza. Grande assente, però, la presidente del gruppo Melegatti, Emanuela Perazzoli. Le vittime annunciate sono i lavoratori, dell’industria e dell’indotto».

Insomma, una situazione quella dell'azienda dolciaria veronese descritta a tinte fosche dal deputato Giuseppe Civati che annuncia di voler a breve sollecitare il Governo Gentiloni sull'argomento, testimonianza di come una simile vicenda da locale sia già divenuta di rilievo nazionale: «Porteremo la questione all’attenzione del governo, perché non sono più tollerabili ritardi, rinvii e giochi di potere sulla pelle dei lavoratori. Nella "battaglia del Pandoro" stiamo al loro fianco, tanto in Parlamento quanto sul territorio, insieme ai comitati di Possibile».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento