Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica Centro storico / Piazza Erbe

Convegno islamico in Gran Guardia, Giorgetti: "Via i fanatici religiosi da Verona"

"Perché anche in regioni e città tolleranti come il Veneto e Verona vi è un limite il cui superamento diventa intollerabile anche per chi, come me, si ostina a credere nei valori della pace e della democrazia"

"Tenere a Verona, a due settimane di distanza dai tragici eventi di Parigi, un evento organizzato da una ong islamica in cui è prevista la partecipazione di un discusso teologo-imam, tale Omar Abdelkafy, che sostiene apertamente che ‘gli attentati di Parigi non siano altro che la puntata successiva della commedia andata in onda l’11 settembre’, vuol dire, per quanto mi riguarda, oltrepassare il limite. Perché anche in regioni e città tolleranti come il Veneto e Verona vi è un limite il cui superamento diventa intollerabile anche per chi, come me, si ostina a credere nei valori della pace e della democrazia", queste sono le parole forti pronunciate da Massimo Giorgetti, e riportate dal quotidiano L'Arena, a riguardo di un evento previsto nella città scaligera per il 30 novembre dal nome La Notte della Speranza, organizzata in Gran Guardia dalla ong Islamic Relief. 

Il vicepresidente del Consiglio Regionale del Veneto poi prosegue dicendo: "E’ il limite della dignità, del rispetto e del buonsenso, che credo si debba rispettare; limite che la comunità islamica, ospite nel nostro paese, non può superare. Non si sta chiedendo a nessuno di abiurare la propria fede o le proprie convinzioni, al contrario di ciò che avviene nella maggioranza dei paesi islamici, ma semplicemente sancire che non siamo più disponibili a tollerare ambiguità e dichiarazioni come quelle dell’Iman di Verona, Mohamed Guerfi, che ad un giornalista che chiedeva conto delle dichiarazioni di Abdelkafy ha risposto. 'Non penso che abbia detto quelle cose su Parigi. In ogni caso, se le ha dette non è stato il primo a farlo’. Non c’è destra o sinistra, laico o credente, che possa permettersi di affermare liberamente idee o concetti che ammettano o concedano, anche lontanamente, alibi agli orrori del fondamentalismo islamico. Per chi vuole avere la libertà di esprimere queste idee intolleranti ed intollerabili a Verona e in Veneto, non deve esserci più posto! Perciò auspichiamo che questo evento non si tenga o per buonsenso degli organizzatori o per divieto delle autorità competenti. Se ciò non dovesse avvenire, mi farò promotore affinché, in contemporanea, si svolga una manifestazione per rivendicare la volontà di vivere in un paese libero dai fanatismi e dai fanatici religiosi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Convegno islamico in Gran Guardia, Giorgetti: "Via i fanatici religiosi da Verona"

VeronaSera è in caricamento