rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Politica

Consensi in calo per Miozzi "2010 anno molto difficile"

Il presidente della Provincia 31esimo nella classifica di gradimento nazionale di Monitor Citt

Sono stati resi noti i risultati del sondaggio Monitor Città sul tasso di gradimento dei presidenti di Provincia italiani. La prima posizione va, anche nel secondo semestre 2010, ad Alessandro Ciriani (Pordenone) con un 64,1% di gradimento; il tutto nonostante una perdita di consenso del 2,7% rispetto al semestre precedente. Lo tallona Domenico Zinzi (Caserta) con il 63,6%, mentre al terzo posto, perdendo quindi una posizione, figura Vincenzo Bernazzoli (Parma, 62,4%).

Il presidente della Provincia scaligera Giovanni Miozzi si posiziona al trentunesimo posto, con il 57,3% di gradimento. Un calo del 2,7% rispetto al primo semestre 2010, quando si posizionava al tredicesimo posto. “Questi numeri mostrano quanto gli ultimi sei mesi del 2010 siano stati difficili - commenta Miozzi - Difficoltà che inevitabilmente si ripercuotono sulla politica. Per questo dico che, nonostante la crisi economica da cui le famiglie e le imprese non sono ancora uscite e nonostante le calamità che non hanno risparmiato il nostro territorio, il gradimento dei veronesi resta sostanzialmente simile a quello della prima parte dell'anno. Nella nostra provincia continuano ad aumentare le aziende che utilizzano la cassa integrazione. Un tasto dolente per il quale ci siamo molto adoperati e continueremo a farlo, restando al fianco  dei lavoratori che chiedono di avere certezze e delle aziende che chiedono gli strumenti per fronteggiare la crisi".

Per il futuro lo sguardo cade anche sui grandi progetti che interessano il territorio scaligero. "Tra i nostri obiettivi ci sono anche le grandi infrastrutture di cui Verona ha profondamente bisogno - continua il presidente - penso soprattutto al Catullo e alla Serenissima e ad Autobrennero. Ovviamente si può fare sempre meglio. E si possono avere obiettivi ancora più alti, ma sono certo che il tempo ci darà ragione. Servono più risorse dal governo e occorre una tempistica di lungo termine nella progettualità: per la fine della legislatura sono certo che porteremo a conclusione i programmi presentati in campagna elettorale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consensi in calo per Miozzi "2010 anno molto difficile"

VeronaSera è in caricamento