Commissione contro l'intolleranza, il centrodestra si astiene ed è polemica

Davide Bendinelli, sindaco di Garda e coordinatore di Forza Italia in Veneto: «Su certi temi non esiste astensione. La verità è che stiamo perdendo i nostri valori per inseguire le follie sovraniste»

Liliana Segre

I voti favorevoli sono stati 151, i contrari nessuno e 98 le astensioni. Con questa votazione, il Senato ha approvato la proposta della senatrice a vita Liliana Segre per istituire una Commissione straordinaria per il contrasto ai fenomeni dell'intolleranza, del razzismo, dell'antisemitismo e dell'istigazione all'odio e alla violenza. Una mozione dai contenuti ampiamente condivisibili e proprio per questo è diventata oggetto di polemica politica, dato che tutte le 98 astensioni si sono registrate nei partiti di minoranza di Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia.

Un polemica a cui hanno partecipato anche politici veronesi come Davide Bendinelli, sindaco di Garda e coordinatore di Forza Italia in Veneto. Bendinelli ha scritto un post su Facebook in cui si dice sconfortato. «Su certi temi non esiste astensione. La verità è che stiamo perdendo i nostri valori per inseguire le follie sovraniste».
Più pesanti sono state le affermazioni della deputata veronese del Partito Democratico Alessia Rotta che ha scritto: «Siete indegni di rappresentare le istituzioni. Siete rimasti seduti a braccia conserte davanti a questa donna», riferendosi a Liliana Segre, che a 13 anni è entrata nel campo di concentramento di Auschwitz ed è sopravvissuta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prevedibile, invece, la posizione espressa dal consigliere comunale Andrea Bacciga, che ha elencato problemi da lui ritenuti maggiormente meritevole di attenzione, come le famiglie che non arrivano alla fine del mese o la lentezza della giustizia. «L'ultimo dato che abbiamo inerente alle denunce per razzismo, attenzione denunce non condanne, è del 2017 e sono state 1.048 in tutta Italia. Siamo in 60 milioni e ci sono state mille denunce. Serve aggiungere altro?».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • Forti temporali attesi in Veneto: stato di attenzione anche nel Veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento