Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica Via Santa Chiara

Accoglienza, il centro di Costagrande verso la chiusura. Esulta la Lega

Il deputato veronese Vito Comencini dopo l'approvazione del decreto Sicurezza. «Tra qualche mese una parte della città potrà tornare alla normalità»

Assisteremo ad una vera e propria rivoluzione nel mondo dell'accoglienza, in materia di protezione internazionale e di immigrazione.

Lo ha annunciato il deputato veronese della Lega Vito Comencini dopo l'approvazione in via definitiva alla Camera del decreto Sicurezza. La nuova legge porterà dei cambiamenti rapidi anche nel territorio veronese. Probabilmente, il principale di questi cambiamenti sarà la chiusura del centro di accoglienza per migranti di Costagrande, nel territorio comunale di Grezzana ma molto vicino a Verona. Lentamente, il centro continuerà a svuotarsi di richiedenti asilo e poi potrebbe essere riconvertito. E stessa sorte anche per l'ostello di Santa Chiara, a Veronetta.

Per il parlamentare Comencini «la situazione in città, anche in termini di convivenza, era insostenibile da anni: paure e tensioni all'ordine del giorno». Per questo il deputato leghista parla di buona notizia.

La Lega fin da subito ha chiesto la chiusura di centri come quello di Costagrande e si è battuta per far chiarezza sulla discutibile gestione dei profughi - ha concluso Comencini - Tra qualche mese una parte della città potrà tornare alla normalità a beneficio di tutti i cittadini, spesso esasperati dalla presenza di questi richiedenti asilo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoglienza, il centro di Costagrande verso la chiusura. Esulta la Lega

VeronaSera è in caricamento