rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Politica Stadio / Piazzale Olimpia

Il Circolo Ufficiali ritira la disponibilità per l'incontro "Le bugie sull'immigrazione"

«Evidentemente sono arrivate pressioni dall’alto, da molto in alto», ha commentato il consigliere comunale di maggioranza e tra i promotori dell'iniziativa Andrea Bacciga

«Ieri sera alle 20.30 ricevo la telefonata dal Direttore del Circolo Ufficiali, il quale mi revocava la sala per "motivi d’opportunità", nuova clausola rescissoria. Evidentemente sono arrivate pressioni dall’alto, da molto in alto. Fortunatamente avevo già prenotato la Sala Lucchi». A dichiararlo sui social è il consigliere comunale di maggioranza Andrea Bacciga, membro dell'associazione Nomos e relatore annunciato all'incontro dal titolo "Le bugie sull'immigrazione". Nei giorni scorsi diversi esponenti del Partito democratico veronese avevano sottolineato l'inopportunità del patrocinio all'iniziativa fornito dal Comune scaligero (anche il sindaco Sboarina era annunciato portare i suoi saluti ufficiali), definendo l'incontro, senza troppi giri di parole, «un convegno di propaganda xenofoba».

Il senatore veronese del Pd Vincenzo D'Arienzo, aveva inoltre rimarcato l'inopportunità che un simile evento trovasse spazio all'interno di quella che è una sede militare, vale a dire l'ex Circolo Ufficiali di Castelvecchio: «Presso il Circolo Unificato di presidio, ex Circolo Ufficiali di Castelvecchio, è stata organizzata un'iniziativa dell'estrema destra veronese. - aveva spiegato il senatore D'Arienzo - È inaccettabile che il Circolo Unificato di presidio dia spazio a iniziative politiche dell'estrema destra sovranista. Cose del genere minano la terzietà delle Forze Armate, principio fondamentale della nostra democrazia stabilito nella Costituzione repubblicana». D'Arienzo, dopo aver sottolineato come le stesse forze armate siano «garanti dei valori di tolleranza e solidarietà», aveva quindi auspicato il ritiro della «disponibilità dei locali» da parte dell'ex Circolo Ufficiali.

Un invito che pare aver trovato dunque ascolto, suscitando le ire del consigliere Bacciga e probabilmente di tutti gli altri promotori dell'iniziativa. Ad ogni modo, una soluzione alternativa per lo svolgimento dell'incontro pare essere stata ugualmente trovata nel giro di poco tempo. A prestare uno spazio pubblico sarà il Comune di Verona stesso che, oltre al patrocinio e alla presenza del primo cittadino, fornirà anche Sala Lucchi: «Una minoranza tollerante e democratica è riuscita ad impedire, ancora una volta, un evento. - ha quindi commentato non senza sarcasmo il consigliere Bacciga - E io, scusate, inizio anche ad incazzarmi. Oggi è toccato a questo convegno, domani potrebbe essere il tuo evento o la tua riunione a non essere gradita. Allora stasera venite in Sala Lucchi, perché non ci possono e non ci devono fermare».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Circolo Ufficiali ritira la disponibilità per l'incontro "Le bugie sull'immigrazione"

VeronaSera è in caricamento