Central Park a Verona, Orietta Salemi: «Ennesimo proclama di opere futuribili»

«Del Central Park se ne parla ormai da tre anni, ma finora nulla è stato fatto, così per altre opere come il recupero dell’Arsenale», ha dichiarato Orietta Salemi di Italia Viva

Master plan rendering Central Park Verona

«Come sovente negli ultimi tre anni l’amministrazione comunale ha fatto l’ennesimo proclama di un’opera che non si sa se e quando verrà mai realizzata. Del Central Park se ne parla ormai da tre anni, ma finora nulla è stato fatto, così per altre opere come il recupero dell’Arsenale del quale non si è mai visto neppure l’inizio dei lavori o uno straccio di progetto esecutivo». Così si è espressa Orietta Salemi, consigliera regionale e candidata nella lista "Daniela Sbrollini Presidente, Italia Viva - Civica per Il Veneto - PSI - PRI" alle prossime elezioni regionali del 20-21 settembre. 

Nella giornata di ieri, venerdì 4 settembre, il primo cittadino scaligero di Verona Federico Sboarina, affiancato dal governatore del Veneto Luca Zaia, aveva presentato il "masterplan" del progetto Central Park con ben altri toni ed auspici: «Questo è un sogno che diventerà realtà e che cambierà per sempre il volto della città. - aveva infatti detto il sindaco Federico Sboarina - Non ho paura di essere smentito, il Central Park si farà e in tempi ancora più veloci di quanto previsto. È la riqualificazione del cuore della città, la cucitura della ferita che divide il centro storico dalla parte sud e dai quartieri di Golosine, Santa Lucia e Borgo Roma».

Orietta Salemi

Orietta Salemi

Parole quelle del primo cittadino di Verona che, evidentemente, non devono però aver convinto l'esponente veronese di Italia Viva Orietta Salemi, la quale ha invece attaccato direttamente il sindaco su più fronti: «Sboarina non riesce a prendere provvedimenti su lavori importanti e urgenti come i cantieri dei filobus - ha detto Orietta Salemi - che sono un problema e lo diventeranno sempre di più per la viabilità, a pochi giorni dall’inizio delle scuole che porterà l’intensificazione del traffico. Verona sempre di più rischia di perdere il treno per costruire il proprio futuro perché tutti i progetti strategici sembrano anestetizzati». Ma la candidata scaligera di Italia Viva alle prossime elezioni regionali ne ha anche per il governatore uscente del Veneto: «L'intervento di Zaia, mai stato così presente a Verona da cinque anni a questa parte, - ha concluso Orietta Salemi - sembra voler essere un tentativo maldestro di recupero di credibilità, dopo la terribile vicenda del citrobacter, cui la Regione Veneto non può dirsi estranea».

Il post Facebook del sindaco di Verona Federico Sboarina

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento