rotate-mobile
Politica

Castelletti: "Pulizia? Gli amministratori leghisti rassegnino le dimissioni "

"Ritengo importante - dice il candidato del centrodestra - che anche tutti gli amministratori di enti o aziende pubbliche nominati dalla Lega e rassegnino le dimissioni dai loro incarichi"

Gli occhi di tutti sono puntati a Bergamo, dove è in corso l'incontro Orgoglio padano in cui si discute del futuro del movimento del Carroccio. E Luigi Castelletti, candidato sindaco del centrodestra, rivolge un appello alla "pulizia" invocata dalle alte sfere del partito di Bossi. “Apprezziamo il gesto di coraggio di Renzo Bossi. È in momenti come questi che il vero politico si distingue dalla capacità di fare un passo indietro. È un dovere verso i cittadini e verso la democrazia che siamo chiamati a rappresentare. In un clima di profonda incertezza e di sfiducia, nel quale si chiede trasparenza nelle cariche, rigore ed etica nella politica, sarebbe rispettoso e anche auspicabile, peró, che l'esempio del figlio di Bossi non restasse un caso isolato". 

"La Lega - spiega Castelletti - deve dare dimostrazione, anche a Verona, di coerenza e di avere vera voglia di attuare quella pulizia, invocata da Roberto Maroni. E non solo attraverso le parole, ma anche con gesti significativi. Ritengo quindi importante, per dovere e rispetto nei confronti del sindaco Tosi, che anche tutti i candidati alle prossime elezioni comunali che hanno posizioni aperte con la giustizia e tutti gli amministratori di enti o aziende pubbliche nominati dalla Lega facciano un gesto di responsabilità e rassegnino le dimissioni dai loro incarichi. Sarebbe la testimonianza concreta del vero cambiamento che la Lega vuole apportare anche a Verona dopo le inchieste che l'hanno coinvolta in questi ultimi giorni”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelletti: "Pulizia? Gli amministratori leghisti rassegnino le dimissioni "

VeronaSera è in caricamento