rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Politica Centro storico / Piazza Bra

Via Almirante, Alessandra Mussolini d'accordo. Frecciatine alla Segre

L'ex parlamentare ed europarlamentare interviene sul caso politico-ideologico veronese. E sulla senatrice a vita dichiara: «È una nonnina che si può trasformare nella strega di Biancaneve»

Dalla parte della Verona che vuole intitolare una via a Giorgio Almirante e con un punto di domanda sulla figura della senatrice a vita Liliana Segre. Anche Alessandra Mussolini, nipote del duce fascista Benito Mussolini, ha espresso la sua scelta di campo nella controversia veronese «Almirante-Segre». L'ex parlamentare ed europarlamentare lo ha fatto a Il Morning Show, trasmissione della padovana Radio Café con Ivan Grozny Compasso, Alberto Gottardo e con la regia di Simone Alunni.

Il caso politico-ideologico si può facilmente riassumere: Verona ha conferito la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz, e al tempo stesso vuole dedicare una via del capoluogo a Giorgio Almirante, padre dell'Msi e fascista mai pentito. Per alcuni, Segre compresa, una scelta esclude l'altra, perché non si può onorare al tempo stesso una vittima del regime fascista ed un suo collaboratore. Per altri, sindaco di Verona compreso, le due scelte non si contrappongono.

Non era difficile prevedere da che parte si sarebbe schierata Alessandra Mussolini, la quale al programma radiofonico ha dichiarato: «La democrazia consiste nel far convivere diverse culture e il rispetto di diverse storie e posizioni - riporta PadovaOggi - Ecco perchè io dico la Liliana Segre e metto un punto di domanda. È una figura che dovrebbe essere bonaria, è una nonnina, va nelle scuole, dovrebbe parlare contro il pregiudizio, contro la violenza, ha avuto un dramma umano e quindi dovrebbe rigettare il pregiudizio. Questa commissione è contro il pregiudizio? E poi se invece fomenti l'odio, anche no». Il riferimento è alla commissione contro il razzismo e l'antisemitismo proposta dalla senatrice a vita e approvata, pur con qualche polemica.
Alessandra Mussolini ha poi concluso sostenendo il sindaco di Verona nell'iniziativa di intitolare una via ad Almirante. «C'è chi vuole il pensiero unico? - ha aggiunto Alessandra Mussolini riferendosi a Liliana Segre - Sennò ti trasformi da nonnina a strega di Biancaneve».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Almirante, Alessandra Mussolini d'accordo. Frecciatine alla Segre

VeronaSera è in caricamento