Domenica, 16 Maggio 2021
Politica Centro storico / Piazza Bra

Autonomia, Stefano Casali: «Accordo vero oppure crisi di governo»

Il consigliere regionale veronese spinge affinché al Veneto vengano concesse tutte le materie in cui la legge prevede il passaggio di consegne dallo Stato centrale alle Regioni

Stefano Casali (Foto di repertorio)

Fiduciosi che si possa siglare con il governo nazionale un accordo vero sull'autonomia. Se così non fosse, saremmo di fronte a un atteggiamento eversivo da parte del governo, che non rispetterebbe un voto democratico ed una procedura costituzionale.

Il consigliere comunale veronese Stefano Casali parla a noi di tutti coloro che con lui fanno parte del Centro Destra Veneto e spinge per un accordo tra governo di Roma e Regione Veneto per concedere ai cittadini veneti maggiore autonomia. Ma l'accordo che Casali chiede è un "accordo vero", ovvero che contempli tutte le materie in cui la legge prevede il passaggio di consegne dallo Stato centrale alle Regioni. «Noi non accetteremo "scherzetti" di palazzo e siamo pronti a denunciare ogni ritardo o proposta illegittima romana - prosegue Casali - Se questo governo non darà forma e sostanza all'accordo, si apra subito una crisi di governo per evitare provvedimenti che ritengo profondamente sbagliati, ad iniziare dal reddito di cittadinanza, offensivo per chi ha lavorato tutta la vita ed è pensionato, e nei confronti di tutti quelli che si sacrificano ogni giorno per la crescita del nostro paese».

Le tappe tracciate da Roma prevedono a febbraio un incontro importate tra Stato e Regione per la discussione dell'accordo. Fino a quel momento, però, il rischio è che la tensione tra le due forze di governo, Lega e Movimento 5 Stelle, rovini il percorso intrapreso per l'autonomia. Il presidente del Veneto Luca Zaia non molla e anche il M5S, che a livello nazionale non sembra essere del tutto favorevole alla concessione di autonomia, invia segnali incoraggianti per chi chiede maggiore autonomia. «Il governatore Zaia fa bene a specificare che non prenderà in giro i cittadini veneti sottoscrivendo un accordo sull'autonomia vuoto di contenuti - conclude Stefano Casali - L'autonomia deve riguardare tutte le 23 materie, al Veneto devono essere garantite risorse adeguate e i soldi prodotti dai suoi cittadini con il lavoro e il sacrificio».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autonomia, Stefano Casali: «Accordo vero oppure crisi di governo»

VeronaSera è in caricamento