menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cartelloni, i grillini denunciano: "Campagna elettorale illegale"

"Alcuni candidati sindaco -dice Gianni Benciolini - stanno conducendo una campagna elettorale illegale per quanto riguarda la propaganda figurativa mobile"

È guerra all’ultimo sangue sulle affissioni elettorali. Il Movimento 5 Stelle, che candida a sindaco Gianni Benciolini, denuncia presunte irregolarità nella campagna elettorale: "Alcune forze politiche e alcuni candidati sindaco alle prossime elezioni comunali di Verona stanno conducendo una campagna elettorale illegale per quanto riguarda la cartellonistica ed in particolar modo la propaganda figurativa mobile".

“La legge parla chiaro in merito alla regolamentazione della campagna elettorale, sottolineando chiaramente che per quanto riguarda i manifesti elettorali devono essere usati solo gli appositi stalli fissi predisposti dal comune”. "Invece - prosegue il comunicato dei grillini - è sotto agli occhi di tutti che talune forze politiche e taluni candidati sindaco, in barba ai regolamenti ufficiali confermati da una nota della prefettura del 17 aprile, continuano imperterriti a parcheggiare camioncini con manifesti elettorali in tutto il territorio comunale e solo in pochi casi le segnalazioni fatte anche dal sottoscritto alle forze dell’ordine locali hanno come effetto lo spostamento di tali stalli abusivi a quattro ruote”.

“Sono tante le segnalazioni che ricevo dai cittadini di tutte le circoscrizioni. Certi camioncini vengono stazionati per intere giornate in modo assolutamente irrispettoso anche proprio davanti alle finestre delle abitazioni dei cittadini veronesi i quali ci chiamano per chiederci di fare qualcosa. Ci sono poi manifesti e adesivi vari anche sui cassonetti, sui pali dell’illuminazione pubblica e sulla segnaletica stradale di tutta la città. Questo, già dalla campagna elettorale, è il rispetto che la politica dimostra di avere dei cittadini".


"Noi del Movimento 5 Stelle di Verona ci auguriamo che non si concluda come al solito a tarallucci e vino, ossia con tanti verbali a vuoto che vengono poi sanati da qualche provvedimento comunale ad hoc. Sarebbe l’ennesimo esempio di penalizzazione ed ingiustizia all’italiana nei confronti di chi, come noi, si attiene scrupolosamente alle regole” conclude il comunicato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento