Businarolo: «Sboarina consente passeggiate con i cani ma non con i figli»

La deputata veronese del Movimento 5 Stelle replica al sindaco di Verona sui chiarimenti del Ministero dell'Interno riguardanti le passeggiate

Francesca Businarolo

I chiarimenti del Ministero dell'Interno sulla possibilità di uscire per una passeggiata con i figli in prossimità della propria abitazione e il decreto del premier Giuseppe Conte che suddivide più di quattro milioni di euro tra tutti i Comuni italiani per aiutare le famiglie in difficoltà. Due provvedimenti presi a Roma e criticati a Verona. Il sindaco Federico Sboarina ha criticato il dpcm di Conte, dicendo che non permette alle amministrazioni comunali di essere subito operative perché è poco chiaro; mentre sulla circolare del Viminale che chiarifica le norme sugli spostamenti è stato categorico, ribadendo l'ordinanza da lui firmata che vieta ai cittadini veronesi lo svolgimento di attività sportive o motorie, comprese le passeggiate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A difesa delle iniziative del Governo e critica nei confronti di Sboarina, la deputata veronese del Movimento 5 Stelle Francesca Businarolo replica al sindaco del capoluogo. «A quanto pare a Verona se si ha un cane si può uscire, se si hanno dei figli no: è inaccettabile - scrive Businarolo - La precisazione del Ministero dell'Interno non aggiunge nulla di nuovo e non smentisce le ordinanze in vigore, ma specifica che le passeggiate nelle vicinanza dell'abitazione con i bambini al seguito sono concesse. Lo dice del resto il buon senso: se si esce senza creare assembramenti, con i propri figli, non c’è rischio contagio».
E il dpcm che distribuisce fondi ai Comune per i nuclei familiari bisognosi, viene descritta da Businarolo come «una risposta rapida per quanti si trovano in situazione di sofferenza economica: quello di cui c'era disperatamente bisogno. Sarà un sostegno immediato per tutti coloro che non riescono a fare fronte alla necessità più immediata: la spesa alimentare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

  • Covid-19: un tampone positivo e un decesso nel Veronese, ma i dati restano positivi

  • Cardiologia di Verona verso il futuro: impiantato il primo pacemaker invisibile

Torna su
VeronaSera è in caricamento