rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica

Bilancio senz'anima, proposte per Verona

Il pacchetto di misure anticrisi del Pd in Regione

Dalle misure anticrisi per sostenere famiglie, lavoratori e imprese, alle proposte per dare maggiore copertura finanziaria ai settori della sanità, del sociale e delle politiche abitative: questo il pacchetto degli emendamenti che il Partito Democratico ha depositato sul Bilancio e sulla Finanziaria 2010. Complessivamente, con la nostra manovra, chiederemo spostamenti di risorse finanziarie per circa 300 milioni.


Si tratta di un bilancio senz’anima che non affronta minimamente la delicatissima situazione in cui versa il Veneto dal punto di vista occupazionale ed economico. Con questa manovra vogliamo invertire tale tendenza. Si chiude in modo inglorioso un bilancio che corrisponde ad un nulla di fatto, un decennio che per il Veneto avrebbe dovuto rappresentare un salto in avanti in tema di federalismo, di innovazione e di eccellenze. E invece il Veneto si ritrova fermo al palo. L’opera di maggior rilievo proposta per il veronese è la realizzazione, da compiersi in vent’anni, di una metropolitana di superficie che colleghi San Bonifacio alla città e da qui all’aeroporto Catullo, analoga struttura collegherà Legnago a Verona, il tutto con un impegno complessivo di dieci milioni annui per entrambi i progetti. Altri punti focali, per la nostra provincia, sono il blocco della discarica d’amianto di Roverchiara, iniziativa che gode di un appoggio trasversale, la riqualificazione delle sorgenti di Mezzane ed alcuni interventi al Parco del Garda. Nei prossimi giorni potremo vedere quali di queste proposte verrà accolta in sede di consiglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio senz'anima, proposte per Verona

VeronaSera è in caricamento